Commercio e mobilità urbana, partecipata riunione al Comune di Milazzo

Commercio e mobilità urbana, partecipata riunione al Comune di Milazzo

Mantenere tutto fermo sino a quando non si realizzeranno i nuovi parcheggi. È questo in estrema sintesi il messaggio che i commercianti hanno lanciato all’amministrazione comunale nel corso dell’incontro promosso questa mattina dal presidente del Consiglio, Gianfranco Nastasi dopo le polemiche sull’isola pedonale in Marina Garibaldi. Considerato però che tale esperimento è stato bloccato dallo stesso sindaco, dal confronto di ieri ci si sarebbero aspettate ulteriori proposte per migliorare la viabilità cittadina. Qualcosa è venuto fuori, ma tutto sommato a prevalere è stata la tesi conservativa, ossia lasciamo tutto come è sempre stato. Eloquente (ed opinabile, ndr) la frase di un negoziante della via Medici quasi a conclusione dei lavori: «Ci si deve rendere conto che ridurre la presenza delle macchine nel centro cittadino equivale ridurre l’incasso di noi commercianti».
La numerosa partecipazione alla riunione (da tempo a Palazzo dell’Aquila non si vedevano tanti esercenti) ha comunque dimostrato l’interesse per la questione. Presenti assieme ai commercianti del centro cittadino (via Medici, Marina Garibaldi, via Cumbo Borgia e via Umberto I), anche diversi consiglieri comunali che hanno raccolto le varie esternazioni. Primo elemento: tutti in modo più o meno acceso hanno ribadito che «l’isola pedonale voluta dall’Amministrazione nel periodo natalizio, senza consultare nessuno, ha avuto effetti devastanti per il commercio e gli introiti di questi due mesi sono stati fallimentari. Occorreva – è stato detto all’unisono – ascoltarci, sentire le organizzazioni sindacali e soprattutto quando ci si è resi conto che l’esperimento era fallimentare, si doveva subito revocare la chiusura della Marina Garibaldi. Non è stato fatto e i danni economici sono solo nostri».
Il presidente Nastasi ha cercato di verificare l’orientamento, anche in proiezione futura, dell’isola pedonale, e dai vari interventi è emersa una maggioranza che non accetta tale pianificazione sino a quando non saranno realizzati nuovi parcheggi. Contestata anche la possibilità di mantenere l’isola pedonale solo nel weekend così come deciso dall’Amministrazione.

Giampaolo Petrungaro

Articoli consigliati