Piano di zona al palo a Milazzo, Servizi non garantiti

Piano di zona al palo a Milazzo, Servizi non garantiti

Il presidente del Distretto sociosanitario 27, Nino Campo, ha deciso di convocare una riunione straordinaria di tutti i sindaci interessati per cercare di trovare una via d’uscita alla situazione di particolare criticità che riguarda tutte le attività del Piano di zona 2013-15 relativo agli interventi di assistenza agli anziani e ai disabili a causa della paralisi finanziaria del Comune di Milazzo che è ente capofila del Distretto.
«È opportuno – scrive Campo ai colleghi di San Filippo del Mela, Condrò, Gualtieri Sicaminò, Monforte San Giorgio, Pace del Mela, Roccavaldina , Santa Lucia del Mela , San Pier Niceto , Spadafora, Torregrotta , Valdina e Venetico – adoperarci per trovare una soluzione visto che le attività che rischiano di essere bloccate ricadono su tutti i nostri comuni e hanno come destinatari soggetti minori, diversamente abili, disabili psichici, in condizioni economiche e sociali svantaggiate e che richiedono quindi interventi continuativi ed efficienti».
Campo richiama una relazione inviata dal funzionario dell’ufficio Piano di Milazzo, Francesco Otera, nella quale si evince che «per mancanza di relativi impegni di spesa molti di questi servizi non potranno essere garantiti e altri, che potrebbero essere avviati in breve tempo, sono bloccati da mesi. A ciò si aggiunge inoltre l’impossibilità di liquidare numerose fatture alle cooperative che gestiscono diversi servizi, con gravi ricadute sul piano dell’occupazione, ma anche ritardi nella rendicontazione e nell’accredito della seconda annualità del Piano di zona e anche l’impossibilità di far fronte alla nuova programmazione».

Giampaolo Petrungaro

Articoli consigliati