Milazzo/ Presentata in sala giunta la “Notturna” di ciclismo di giorno 31 agosto

Milazzo/ Presentata in sala giunta la “Notturna” di ciclismo di giorno 31 agosto

E’ stata presentata questa mattina in sala giunta la prima edizione della gara ciclistica “Città di Milazzo” nella ricorrenza dei festeggiamenti per Santo Stefano, in programma mercoledì sera dalle 19,30 alle 21 in marina Garibaldi nel circuito che un tempo ospitava il Criterium degli assi, inventato a Milazzo dal patron Peppino Lucchesi.  Alla conferenza sono intervenuti i rappresentanti dell’A.S.D. Team Meca, Giovanni Munafò, che sarà anche il direttore della Corsa, Barbagianni’s Team, Carmelo D’Amico, il presidente provinciale della Libertas, Sergio Minniti e lo stesso Lucchesi che ha confermato la presenza allo start di Vincenzo Nibali. La corsa, promossa dal Comune, sarà caratterizzata da due batterie da 50 e 60 minuti, su un circuito cittadino di circa 1,5 Km, con partenza ed arrivo presso la Statua della Libertà sul lungomare della Marina Garibaldi, per poi snodarsi lungo le vie: Cristoforo Colombo,  Umberto I, Chinigò, Cassisi, Francesco Crispi. Alla corsa potranno partecipare tutti gli iscritti ad enti della Eps. Le previste batterie comprendono: la prima Debuttanti – Veterani 2 – Gentleman 1 e 2 – S. Gentlemen A e B – Donne A e B, mentre  la seconda è riservata a Junior, Senior 1 e 2 e Veterani 1. La premiazione dei vincitori si svolgerà sul palco antistante la Chiesa di S. Giacomo sul lungomare.
L’appuntamento mamertino rappresenta per gli organizzatori un importante e significativo evento anche per le tante famiglie che si annunciano al seguito dei corridori, previsti in un centinaio di partecipanti. Le nostre iniziative tendono ad andare sempre oltre il momento squisitamente sportivo –ha aggiunto Carmelo D’Amico-  perché tendono a coinvolgere anche il pubblico, tant’ che a fine gara è previsto un “pasta party”, perché per noi della Libertas lo sport deve essere pure occasione d’incontro, opportunità per socializzare e, per certi aspetti, anche momento culturale.

Giampaolo Petrungaro

Articoli consigliati