Un progetto per Realizzare un “Centro di Ricerca Ambientale” proposto dal Nuovo Psi

Un progetto per Realizzare un “Centro di Ricerca Ambientale” proposto dal Nuovo Psi

Un’iniziativa che come  gruppo dirigente del Nuovo PSI della Provincia di Messina intendiamo portare avanti, perché negli anni  abbiamo avuto la possibilità di valutare attentamente come non esista una vera cultura  ambientale.

Ad oggi non esiste in provincia un centro che metta sotto lo stesso tetto un pool di professionisti (ingegneri, chimici, biologi, medici, sociologi ecc…) che possano con le loro professionalità operare nel territorio in tal senso. Pensiamo alla istituzione di un Partenariato tra pubblico e privato dove il comune si faccia capofila insieme alle Isole Eolie  per far nascere un “Centro di Ricerca ambientale” che diventi un punto di riferimento per tutti i siti SIN Siciliani da Bonificare e da Risanare e quindi creare le condizioni per recepire i finanziamenti Europei dettati dalla nuova agenda  2020/2030.

Ricordiamo che Milazzo nel 2001 è stata  dichiarata “Zona ad elevato rischio di crisi ambientale” e nell’ultimo trentennio le industrie presenti nel territorio  hanno rappresentato l’asse portante dell’economia provinciale Messinese e della Sicilia. Sotto l’aspetto ambientale si è constatato che poco è stato fatto per quanto riguarda l’ambiente e la tutela della salute pubblica, quindi adesso  è opportuno sottolineare e rilanciare il territorio Milazzese che  con le Isole Eolie presenta una vocazione turistica importante, che molti ci invidiano.  Non esiste una cultura ambientale né tantomeno a tutt’oggi le istituzioni che dovrebbero controllare sono in grado di farlo per carenza di uomini e mezzi e per la complessità del territorio.

Il Nuovo PSI della Provincia di Messina, sta elaborando un progetto inerente la creazione di un Centro di Ricerca Ambientale, avente come fine, sia i controlli ambientali (aria, acqua, mare, suolo, ecc.) ma anche l’istituzione di corsi per preparare i nostri giovani, e contemporaneamente cercare di incidere nel territorio, cercando di modificare certi modi e usanze che minacciano l’ambiente e che si tradurranno nel tempo in nocumento per le generazioni future.

Una migliore cultura ambientale, un ambiente migliore, significherà minori danni all’uomo e questo non potrà  che essere un ottimo biglietto da visita per presentare la nostra provincia all’Europa ed ai turisti europei.

La qualità della vita deve essere continuamente al centro del dibattito Politico. Noi dell’estrema punta dello stivale vorremmo diventare il modello di riferimento per le generazioni future, e consegnare loro un territorio che sicuramente per i nostri avi era più a misura d’uomo.

Esiste pure il problema dell’inquinamento delle onde elettromagnetiche, i cui danni saranno valutati negli anni futuri; ma perché non pensare fin d’ora a prevenire il problema delle radiazioni delle antenne radio-telecomunicazioni.

E’ ferma volontà del gruppo dirigente del Nuovo PSI della Provincia di Messina far istituire questo centro, dotato delle più moderne tecnologie di rilevazione ambientale, usufruendo anche di moderni mezzi di comunicazione, per incidere qualitativamente e quantitativamente, per migliorare la cultura ambientale del nostro territorio.

Sarà compito del centro mettere a disposizione  il proprio “know how” affinché si possa veramente fare qualcosa di costruttivo e di utile, realizzando al contempo lavoro pulito per tanti giovani disoccupati in quanto  solo migliorando l’ambiente che potranno diminuire  molte patologie umane strettamente correlate  al degrado ambientale ed all’Inquinamento Industriale ed  in tal senso abbiamo i Rapporti dell’OMS e per ultimo dell’Università di Messina che lo dimostrano ampiamente.

 

                                        Giuseppe MARANO

Articoli consigliati