Progetto Inceneritore ESI: Il Comune di Pace del Mela ha incontrato le Associazioni Ambientaliste.

Progetto Inceneritore ESI: Il Comune di Pace del Mela ha incontrato le Associazioni Ambientaliste.

Si è svolto questa mattina presso il Centro Ga.ni.me. di Via Saini a Giammoro l’incontro tra l’Amministrazione Comunale di Pace del Mela e le Associazioni Ambientaliste del comprensorio della Valle del Mela. Sul tavolo di lavoro la discussione del  nuovo progetto presentato nei giorni scorsi dalla ditta ESI  Ecological Scrap Industry SpA. che ha richiesto alla Regione  l’autorizzazione all’esercizio di un impianto di ricerca e sperimentazione per la gestione di rifiuti pericolosi e non pericolosi da realizzarsi nello stabilimento di Giammoro. Ricordiamo che lo stabilimento di Giammoro è confinante con gli impianti sportivi e dista appena 200 mt da contrada Gabbia e 300 mt da Giammoro centro SS 113. L’impianto prevederebbe la possibilità di effettuare attività di incenerimento di rifiuti sanitari e ospedalieri, fanghi industriali, morchie, fondami di serbatoi e catalizzatori industriali e riciclabili. All’incontro, presieduto dal Sindaco di Pace del Mela Pippo Sciotto e dall’Assessore All’ambiente Lino Calderone, erano presenti le seguenti Associazioni: Cittadini Contro L’inceneritore; Mamme Per La Vita; ALSA S. Lucia del Mela; Circolo Zero Waste del Mela; Associazione Futura Pace dl Mela; Associazione Mediterranea per la Natura; Parrocchia di Pace del Mela (Padre Giuseppe Trifirò); Associazione ADASC; Comitato Cittadini Luciesi e la TU.DIR. DAI. All’incontro presenti anche i Consiglieri di Pace del Mela Angela Bianchetti e Santo Di Fina. Dopo che il Sindaco ha illustrato ai presenti le fasi e la tempistica di come il Comune di Pace del Mela abbia ricevuto il progetto di impianto presentato dall’ESI Spa lo scorso 9 settembre, il primo cittadino ha comunicato ufficialmente che l’Amministrazione è riuscita ad ottenere il rinvio della conferenza di servizi propedeutica al rilascio dell’AIA  convocata presso l’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità fissata già per il prossimo imminente 11 ottobre. Il Sindaco, ha poi ribadito la necessita di rimanere tutti uniti e remare dalla stessa parte per un’azione di contrasto seria che dica no al progetto dell’ESI. L’Assessore Calderone  ha invece comunicato di aver dato mandato ad un esperto del settore utile per studiare e dibattere dal punto di vista tecnico il progetto presentato. Dopo, la parola è passata ai vari rappresentati delle Associazioni  che hanno argomentato fornendo utili suggerimenti per intraprendere il cammino di contrapposizione al progetto dell’ESI che sta destando preoccupazione tra i cittadini.. In conclusione,  l’Amministrazione e le Associazioni Ambientaliste uniti hanno convenuto di intraprendere una strada comune per combattere una battaglia che si preannuncia molto dura. Padre Giuseppe Trifirò, Parroco di Pace del Mela e di Archi,  ha indetto una petizione popolare con raccolta di firme su un modulo prestampato per dire no al progetto dell’ ESI. Ieri il parroco ha già inviato all’Assessorato Regionale oltre 1500 moduli firmati dalla popolazione. Ricordiamo che i Consigli Comunali di Pace del Mela e S. Pier Niceto hanno già espresso all’unanimità il voto contrario.  Lunedì 10 ottobre, intanto, alle ore 18,00, sempre presso il centro GA.ni.me. di via Saini a Giammoro, l’Amministrazione Comunale di Pace del Mela incontrerà gli Onorevoli e i Deputati Regionali della Provincia di Messina insieme ai Sindaci di Milazzo, S. Filippo del Mela, S. Lucia del Mela, Monforte S. Giorgio, S. Pier Niceto, Gualtieri Sicaminò e Condrò. All’incontro saranno presenti anche i rappresentanti delle Associazioni Ambientaliste.

Nella foto: L’Assessore Calderone, il Sindaco Sciotto e Padre Trifirò.

Articoli consigliati