INCENERITORE ESI: LO SPORT A GIAMMORO RISCHIA DI SCOMPARIRE.

INCENERITORE ESI: LO SPORT A GIAMMORO RISCHIA DI SCOMPARIRE.

Si  può fare sport sotto la ciminiera di un inceneritore di rifiuti pericolosi? Questa è la domanda che si stanno ponendo in questi giorni i dirigenti, gli allenatori e gli  atleti delle società sportive di Pace del Mela e Giammoro. Lo scorso mese di settembre, l’ESI S.P.A. ha presentato un progetto alla Regione richiedendo l’autorizzazione all’esercizio di un impianto di ricerca e sperimentazione per la gestione di rifiuti pericolosi e non pericolosi da realizzare nel proprio stabilimento di Giammoro. L’impianto prevederebbe la possibilità di effettuare attività di incenerimento di rifiuti sanitari ed ospedalieri, fanghi industriali, morchie, fondami di serbatoi e catalizzatori industriali e riciclabili. Lo stabilimento dell’ESI, come si può vedere nella foto, è confinante con gli Impianti Sportivi di Via Olimpia a Giammoro, stabilimento che si occupa dello smaltimento di batterie esauste con recupero di piombo, attività che già  ha creato parecchi problemi agli atleti che si allenano e giocano in quegli impianti. Lì, da circa quarant’anni, sorge l’unico Campo Sportivo e l’unica Palestra del Comune di Pace del Mela. In quegli impianti si allenano giornalmente, bambini delle Scuole Calcio, bambini delle Scuole di Pallavolo e giovani calciatori e pallavolisti. Possono questi giovani continuare a fare attività sportiva sotto le ciminiere di un inceneritore? La risposta sorge spontanea. Ecco perchè lo sport a Giammoro e Pace del Mela rischia di scomparire. Intanto giovedì 27 ottobre a Palermo, presso l’Assessorato Regionale dell’Energia & dei Servizi di Pubblica Utilità, si svolgerà la conferenza di servizi propedeutica al rilascio delle Autorizzazioni. Per l’occasione, una manifestazione popolare di protesta è stata organizzata proprio d’avanti l’Assessorato dai  Comuni dell’Area ad alto Rischio di Crisi Ambientale “Valle del Mela” e del SIN di Milazzo ( Pace del Mela, Gualtieri Sicaminò, Condrò, S. Pier Niceto, Monforte S. Giorgio, S. Lucia del Mela, S. Filippo del Mela e Milazzo), in concerto con le Associazioni Ambientaliste (T.S.C.,MAN, Zerowaste Sicilia ed ADASC). Per l’occasione, sono stati messi gratuitamente dei pulman a disposizione dei cittadini che volessero partecipare alla manifestazione.

Advertisment

Articoli consigliati