Barcellona, carabinieri arrestano Zanmir Dajcaj conosciuto come “Zanna”

Barcellona, carabinieri arrestano Zanmir Dajcaj conosciuto come “Zanna”

I carabinieri di Barcellona hanno arrestato il 43enne Zanmir Dajcaj, esponente di spicco dell’“ala mazzarrota” della famiglia mafiosa barcellonese. L’operazione, che ha coinvolto numerosi Carabinieri in divisa ed in borghese anche con il supporto aereo del Nucleo Elicotteri dell’Arma di Catania, ha permesso di rintracciare e trarre in arresto il 43enne albanese, da tempo attenzionato dai militari del Nucleo Operativo di Barcellona pozzo di gotto.  L’uomo, condannato nel 2014 a 12 anni di carcere nell’ambito dell’indagine “Gotha – Pozzo II”, concluso il termine massimo di custodia cautelare, era stato sottoposto dalla Corte d’Assise d’Appello di Messina al divieto di dimora nella provincia di Messina. Eppure del 43enne Zanmir Dajcaj, conosciuto come “Zanna”, si sentiva ancora parlare, soprattutto nel comparto vivaistico di Terme Vigliatore, come se i suoi interessi in zona fossero sempre rimasti concreti ed attuali nonostante le operazioni antimafia e la condanna.

Articoli consigliati