Bollette salate, chiude caserma pompieri

Bollette salate, chiude caserma pompieri

Inaugurata il 17 luglio di un anno fa, alla presenza del capo del corpo nazionale dei Vigili del fuoco Gioacchino Giomi e del sottosegretario di Stato Giampiero Bocci, da circa un mese la sede del distaccamento volontario dei vigili del fuoco di Carini ha chiuso. Al numero telefonico della sede non risponde nessuno. Il motivo è legato alla morosità nel pagamento delle bollette per la fornitura dell’energia elettrica e delle utenze telefoniche. Nonostante l’importante servizio antincendio fosse stato avviato in favore di 6 comuni del comprensorio, solo quello di Carini, si sarebbe fatto carico delle spese di gestione e di affitto dei locali. Struttura che ospita la sala operativa e gli automezzi. Dodicimila euro all’anno le spese di locazione, per l’erogazione del servizio di energia elettrica ci vogliono circa 600 euro a bimestre. Il costo doveva essere ripartito anche tra i comuni di Isola delle Femmine, Cinisi, Torretta, Capaci e Terrasini.

Articoli consigliati