L’economia “verde” raccontata agli studenti dagli imprenditori “green” del Messinese nell’incontro svoltosi questa mattina nella sala Consulta della Camera di commercio

L’economia “verde” raccontata agli studenti dagli imprenditori “green” del Messinese nell’incontro svoltosi questa mattina nella sala Consulta della Camera di commercio

«Promuovere e diffondere la green economy è una scommessa sulla quale l’Azienda speciale servizi alle imprese della Camera di commercio ha deciso di puntare già da anni, perché è stata ed è sempre più convinta che la sostenibilità sia un’opportunità concreta di lavoro per i nostri giovani. Investire solo sulla green economy, però, non è più sufficiente. E’ necessario considerare anche gli effetti sociali che scaturiscono da chi fa impresa in questo settore. Penso, ad esempio, a chi installa pale eoliche. L’imprenditore, a mio avviso, dovrebbe verificare se la sua idea d’impresa comporta danni all’ambiente e al territorio. Sarebbe certamente auspicabile un’economia blu, che rappresenta uno sviluppo dell’economia verde». Così il segretario generale della Camera di commercio, Alfio Pagliaro, che questa mattina ha aperto i lavori dell’evento “Progetto Green Jobs Young – incontro domanda e offerta”, svoltosi al Palazzo camerale, nel corso del quale alcuni rappresentanti della green economy messinese hanno incontrato gli studenti dell’Istituto superiore “Minutoli” per discutere delle competenze “verdi” più richieste e dei percorsi da seguire per svilupparle.

«L‘incontro di oggi consolida l’impegno che il nostro Istituto dedica ai percorsi di Alternanza scuola-lavoro per avvicinare il mondo scolastico a quello dell’impresa – afferma il vicepreside vicario dell’Istituto “Minutoli”, Leopoldo Moleti – lo scorso novembre, il progetto “Green Jobs Young” è stato anche selezionato come esempio di eccellenza di Alternanza scuola-lavoro nel territorio siciliano e gli studenti coinvolti hanno potuto illustrare la loro esperienza in presenza, tra gli altri, dell’assessore regionale all’Istruzione e del viceministro del Lavoro e delle politiche sociali».

L’obiettivo è, dunque, quello di offrire una panoramica sulle opportunità offerte nei diversi settori dell’economia sostenibile. «Alla base dell’incontro di oggi, vi è la volontà di incidere positivamente sul tasso di disoccupazione giovanile –  – aggiunge Angela Di Nuzzo, coordinatrice del progetto – cercando di sensibilizzare gli studenti sulle opportunità offerte in quei settori dell’economia che producono, attraverso tecniche rispettose dell’ambiente, i cosiddetti green jobs».

Nel corso dell’evento, è stata presentata la guida-agenda “Green Jobs Young”: la prima guida in Italia, concepita in primis per gli studenti, ma utile a chiunque voglia orientarsi nel mondo dell’economia verde. « Siamo orgogliosi di aver realizzato, insieme ai nostri partner, la prima guida ai lavori verdi rivolta ai giovani siciliani e messinesi – sottolinea Antonia Teatino, presidente dell’associazione “O2Italia” e responsabile della cooperativa “Anima Mundi”- la partecipazione a questo progetto ci ha visti coinvolti in più azioni sui temi delle rinnovabili e dell’ecodesign in chiave di opportunità lavorative per i giovani».

Il progetto “Green Jobs Young” è stato realizzato dalla cooperativa “Anima Mundi”, dall’Azienda speciale servizi alle imprese della Camera di commercio, dall’Istituto “Minutoli” e dall’associazione “O2 Italia”.

All’incontro hanno preso parte Anna Carulli, neo eletta presidente nazionale dell’Istituto nazionale di bioarchitettura; Aldo Calimeri, titolare dello studio di ingegneria “Lean Project” di Capo D’Orlando; Rosario Romano titolare del Resort “Casale Romano” di Motta Camastra; Corrado Triscari, guida ambientale escursionistica di “TaoTrek” di Taormina; Sebastiano Genovese della fattoria didattica “La Zappa ed il Lombrico” di Barcellona Pozzo di Gotto; Agostino Sturniolo De Caro dell’associazione “Orto-gheter”, vincitrice del bando “Creazione Giovani, Giovani protagonisti di sé e del Territorio”; Francesco Salamita della Cooperativa Salamita di Barcellona P.G.; Enzo Alibrandi promotore del progetto di start up Technology; Marco Sigillo, responsabile dello sportello Startup della Camera di commercio.

Articoli consigliati