Ricettazione assegni, 7 misure cautelari

Ricettazione assegni, 7 misure cautelari

I carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare emessa dal gip di Palermo Marco Gaeta, su richiesta dei Sostituti Procuratori della Repubblica Renza Cescon Daniele Sansone nei confronti di 7 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione di assegni, alla truffa ed al falso. Le indagini hanno consentito di scoprire un’associazione per delinquere, ben strutturata e funzionale che metteva a segno svariate attività illecite, a Palermo e nel suo hinterland. Un’organizzazione che trafficava nella ricettazione di numerosi assegni di provenienza illecita, e nella realizzazione di truffe mediante titoli “ballerini” con l’apertura da parte di soggetti prestanome, incensurati, di conti correnti privi dei necessari fondi a copertura delle emissioni.

Articoli consigliati