La straordinaria arte della pittrice Carmen Casale

La straordinaria arte della pittrice Carmen Casale

Interessante per la particolarità e la molteplicità delle tecniche pittoriche impiegate, merita particolare attenzione, la pittrice CARMEN CASALE Nelle sue tele si amalgama una strana, quanto attanagliante relazione tra diverse espressioni artistiche che, senza alcuna apparente attinenza tra di loro e, decisamente, fuori dagli stretti canoni della tradizione, l’artista, figlia innamorata della nostra terra, ha concepito per la precisa concretizzazione del loro più autentico sentire e per estrinsecare il proprio “io” che non può definire in termini linguistici. Nella fattispecie, nella studiata complementarietà delle varie procedure e nella variegata scelta dei colori, la pittrice peloritana, come in una corsa verso l’ignoto, a cui è spinta dall’evidente passione per il mestiere”, riversa, coscientemente, il suo essere che, elegantemente, concretizza nell’ottenebrante evanescenza delle singole forme, CARMEN CASALE, ripercorrendo nel proprio intimo la capacità di trasmettere col disegno, maturata gradualmente dall’uomo primitivo,architetta moduli stilistici di forte impatto, rapportabili alla semplicità del graffito di primordiale memoria. Sulla tela, nella plasticità delle forme paesaggistiche rappresentate, si misura con se stessa e con la propria storia di vita. Confrontandosi con l’infinito e con la sua consistenza che, fedelmente,fissa sul piano e realizza con palese maestria,enfatici momenti pittorici. Prolifica ed incisiva, CARMEN CASALE, privilegia il paesaggistico e il  figurativo  che piacevolmente conforma,  in un  afflato di astratta compattezza. Non si accontenta, tuttavia, e nell’impeto creativo dell’ispirazione, sperimenta e riadatta le forme ai propri scopi interpretativi della quotidianità. Ne derivano tenui e sfumate immagini, a volte, appena percettibili, da cui, però, emana un dinamismo rigoglioso che, grintoso e prorompente sembra volersi lentamente dileguare ben oltre la semplicità della dimensione reale per stagliarsi, al fine, con la briosa potenza della policromia, nei meandri sconosciuti del sogno e dell’invenzione e verso i fantasiosi sentieri spazio-temporali della immaginazione.

                                       

 

Articoli consigliati