Nuova denuncia di Fiumefreddo: “In Sicilia appalti irregolari”

Nuova denuncia di Fiumefreddo: “In Sicilia appalti irregolari”

“Abbiamo segnalato all’Anac la irregolarità di tutti gli appalti siciliani”. Lo ha detto l’amministratore unico di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo, in Commissione parlamentare Antimafia. “In Sicilia gli appalti pubblici, qualunque sia la stazione appaltante, si tengono con autocertificazioni relative alla cosiddetta regolarità fiscale” in quanto non è “mai pervenuta l’istanza di regolarizzazione fiscale”. Per questa ragione, “abbiamo segnalato la necessità di chiedere il certificato all’esattoria”.
Fiumefreddo ha inoltre sostenuto che “Riscossione Sicilia negli ultimi 10 anni non ha riscosso 52 miliardi di euro”. “Ho trovato una società – ha aggiunto – con dati devastanti: al 2015 Riscossione siciliana, che dovrebbe incassare 5 miliardi e 700 milioni l’anno, ne incassava 480 milioni ovvero l’8% di quanto avrebbe dovuto riscuotere”.

Articoli consigliati