Barcellona, consegnati i nuovi alloggi popolari

Barcellona, consegnati i nuovi alloggi popolari

Consegnati stamattina ai legittimi assegnatari i nuovi alloggi popolari costruiti dal Comune nel quartiere di S. Antonio di Barcellona. Si tratta, come si ricorderà, di dodici alloggi realizzati negli anni scorsi, nel quadro del Programma innovativo in ambito urbano “Contratto di Quartiere II S. Antonio”, dall’Amministrazione guidata da Candeloro Nania. Le unità abitative consegnate sono inserite in un moderno complesso edilizio formato da due edifici realizzati con le più avanzate tecniche edilizie e ambientali e provvisti di spazi comuni a verde e di impianti fotovoltaici. Gli assegnatari sono dodici giovani coppie, o comunque appartenenti a “categorie svantaggiate”, individuate, con le procedure di legge, attingendo alle domande di partecipazione al bando di assegnazione del 2004 e a quello del 2013, unificati nell’occasione, cui si aggiungono i nominativi risultanti dalla vigente graduatoria I.A.C.P. per il Comune, risalente al 2000. La consegna degli alloggi – avvenuta alla presenza dei rappresentanti degli uffici competenti, del Sindaco, del Vice Sindaco e degli altri Assessori intervenuti – premia l’impegno profuso dall’Amministrazione, la quale, dunque, può manifestare la sua soddisfazione per il risultato conseguito, sebbene certamente non appagamento posto che il numero complessivo dei nominativi in graduatoria – ben 657 – dice tanto sulla necessità di alloggi che il nostro territorio oggi manifesta, necessità a cui la consegna di stamattina fornisce una risposta per forza di cose soltanto parziale. “Erano circa diciannove anni che a Barcellona Pozzo di Gotto non si consegnavano complessi di edilizia popolare – afferma il sindaco Roberto Materia -. Oggi più che mai, dunque – la nostra Città ne è soltanto un esempio – risulta necessario e urgente che il Governo nazionale e quello regionale – anche nella considerazione della profonda crisi economica che sta attraversando il nostro Paese – approntino articolati piani di edilizia popolare e rendano disponibili risorse finanziarie sufficienti a fornire riscontri adeguati ai bisogni delle famiglie.

Articoli consigliati