DERBY MESSINA – CATANIA. LO MONACO METTE IL “PEPE” ALLA SFIDA

DERBY MESSINA – CATANIA.  LO MONACO METTE IL “PEPE” ALLA SFIDA

C’è grande attesa per il derby di Lega Pro che si giocherà domenica alle ore 14,30 allo Stadio “Franco Scoglio” di Messina. Tanti i motivi di spessore per questa partita che è tanto attesa in modo particolare in casa peloritana. Nel Messina infatti, domenica debutterà il nuovo “patron” Franco Proto che proprio la scorsa settimana ha acquistato il club giallorosso. Diversi comunque gli ex dirigenti che si trovano in entrambe le società: Da Lo Monaco ed Argurio oggi a Catania, a Pitino e Giorgio Corona a Messina. Tanti anche gli ex giocatori in campo, Pozzebon, Tavares e Fornito nel Catania, Anastasi, Silva, Musacci e Maccarrone nel Messina. Altra nota importante di questo derby è il ritorno dei tifosi del Catania a Messina. Infatti, l’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive e la Questura di Messina hanno dato il via libera alla presenza di 500 supporters rossazzurri  al “Franco Scoglio”, un motivo in più per colorare di passione e folklore questa partita.  A rendere più vivo il derby oggi ci ha pensato Lo Monaco tenendo una conferenza stampa a “Torre del Grifo”, quartier generale del Catania. Il dirigente ha toccato diversi punti che aggiungono  “pepe” alla sfida. Lo Monaco ha detto: “faccio gli auguri al nuovo presidente del Messina che dopo aver tentato di prendere lo Scordia, l’Acireale ed il Gela finalmente è approdato in una piazza da lui tanto desiderata. In bocca al lupo per questa nuova avventura. Gli auguro di avere la stessa forza di spendere i soldi che ho speso io. Non sono un vincente come Proto, nel mio piccolo ho vinto 12 campionati tra serie B, serie C e serie D”. Lo Monaco ha poi detto: ” non è vero che dopo Franza non c’è stato più nessuno. Io, con le mie modeste capacità, ho vinto due campionati e ho lasciato la squadra in Lega Pro. Quando  presi il Messina aveva 900 mila euro di debiti e la squadra non poteva iscriversi nemmeno al campionato di serie D”. Lo Monaco, a proposito di miracoli, ha poi risposto anche a Marcello Pitino oggi dirigente del Messina e l’anno scorso Ds del Catania. “Cinque giocatori del Catania dello scorso anno valevano tutta la rosa di quest’anno. Calil, l’anno scorso ha firmato un contratto di 3 anni con un ingaggio di 300 mila euro l’anno con 40 mila di procura. Operazione assurda per la Lega Pro. Una cosa amorale. La gestione sportiva dell’anno scorso è costata al Catania 4 milioni di euro. Il risultato? Si sono salvati all’ultima giornata”. Lo Monaco ha parlato anche della squadra: “Anche se sul campo abbiamo fatto 43 punti non siamo soddisfatti, potevamo fare molto di più. Dal punto di vista dell’organico siamo tra le migliori squadre della categoria. Il nostro obiettivo sono i Play off e vogliamo centrarli, non molleremo fino alla fine. Per quanto riguarda la partita sono fiducioso in un pronto riscatto dei ragazzi, sul campo abbiamo quasi venti punti di distacco dal Messina e sono tanti. Il derby ? Per noi il vero derby è quello contro il Palermo”.

Articoli consigliati