Milazzo sconfitto dal San Pio X, perde il primato

Milazzo sconfitto dal San Pio X, perde il primato

Blitz pesantissimo al “Marco Salmeri” del Pedara San Pio X, che con un gol di Leon Merito supera il Milazzo nello scontro al vertice ed a sette turni dalla fine del torneo è la nuova capolista del campionato di Eccellenza. Sul proprio terreno di gioco la formazione di mister Danilo Rufini patisce infatti la sconfitta che la spodesta dalla prima posizione – in cui stazionava insieme ad i pedaresi ed all’Acireale – nel match segnato per i mamertini da un gol annullato nel primo tempo e da una prova di quantità fino al gol. Sotto la pioggia ai rossoblù non è bastata nemmeno una reazione di cuore a scongiurare il cinismo degli uomini di Orazio Pidatella, vittoriosi su una delle rare occasioni della propria partita.

E ad appena 30” dal fischio d’inizio il Milazzo è vicino al gol. Pronti via i rossoblù guadagnano un calcio d’angolo ed alla battuta il colpo di testa di Raia manda la sfera di poco alta. I biancoblù etnei tengono intanto il baricentro alto, tentando in più occasioni l’inserimento in area col terreno di gioco reso pesante dal diluvio. Ancione, al 12’, è in fuorigioco quando scappa in mezzo a due dettando un lancio dalle retrovie, mentre Ingrassia subisce fallo a duello con Furnò ed uno stacco aereo di Chiavaro libera l’area dal pallone crossato da Lucarelli in percussione. Il Milazzo ha così trovato coraggio ed al 28’ avrebbe anche trovato il gol, annullato su segnalazione del primo assistente. Chicco D’Anna si incarica infatti di battere un corner, aggancia sulla respinta di un difensore, sparando sul palo e sulla ribattuta Ancione batte Romano con un destro secco, salvo farsi sanzionare dal sig. Ramondino una posizione di off-side. La tenacia dei rossoblù non si ferma comunque lì e sull’azione immediatamente successiva Lucarelli fa tutto da solo sulla destra, si accentra ed appoggia il migliore degli assist sul piatto di Cannavò, che in corsa è di un istante in anticipo e scaraventa alto sulla traversa. Prima dell’intevallo ci prova invece la San Pio X, ma al 40’ Ingrassia si immola in uno scontro aereo e impatta corpo a corpo con Furnò per prevenire la conclusione dell’esterno.

Nella ripresa è ancora inizio di fuoco ed i padroni di casa – sventata un’azione corale dei pedaresi – sono pericolosi in contropiede con D’Anna, che lanciato nello spazio converge dentro l’area lasciando partire un cross teso, non arpionato da nessuno a portiere fuori causa. Il vantaggio lo trovano però gli ospiti, con la sgroppata di Maimone sull’out di sinistra. L’esterno avanza infatti per parecchi metri e mette in mezzo il cuoio che taglia fuori la difesa finendo sulla testa di Leon Merito, lesto a ribadire in rete e sottomisura a rendere inutile l’opposizione di Ingrassia. Al 63’ la reazione dei rossoblù è dunque sui piedi di Cannavò ed alla San Pio X servono tutti i riflessi di Romano, velocissimo a disinnescare sul proprio palo il gran destro incrociato da Cannavò da buona posizione. Negli ultimi minuti l’arbitro interviene in parecchie occasioni e sono pochi i minuti di gioco effettivi. Il Milazzo è proteso in avanti e la difesa argina nel giro di due minuti gli inserimenti di Ancione, forse strattonato in piena area di rigore e di Rasà, innescato da una sventagliata del neo entrato Genovese e subito anticipato da un difensore etneo. L’undici di Pidatella trascina così il vantaggio fino al triplice fischio, che incorona capolista stessa formazione biancoblù.

Nel prossimo turno il Milazzo sarà ospite del Real Avola al “Meno Di Pasquale”, mentre il Pedara San Pio X riceverà il Giarre.

Antonio Petrungaro 

Milazzo-Pedara San Pio X 0-1

Marcatori: 58’ Merito

 

Milazzo (3-5-2): Ingrassia; Raia (89’ Leo), Tricamo, Matinella, Cucinotta; Palmisano, Cordisco (83’ Genovese), D’Anna (68’ Rasà); Cannavò, Lucarelli; Ancione.

A disposizione: Di Dio, Casale, Porcino, Quadri. Allenatore: Danilo Rufini

Pedara San Pio X (4-3-3): Romano; Di Mauro (95’ Conte), Santonocito, Chiavaro, Miraglia; Maimone, Privitera, Viglianisi; Furnò (90’ Scardaci), Caputa (71’ Barberi), Merito.

A disposizione: Tuccio, Baglione, Musumeci, Vitale. Allenatore: Orazio Pidatella

Arbitro: Fabrizio Ramondino della sezione di Palermo. Assistenti: Francesco Paolo Caruso e Renato Celestino, entrambi della sezione di Palermo.

Ammoniti: Cordisco, Rasà, Raia (M) Privitera, Maimone, Di Mauro (SPX).Espulso: Viglianisi (SPX) all’88’, per doppia ammonizione.

Recupero: 2 pt, 7 st

Calci d’angolo: 5-1

 

Articoli consigliati