Al “Majorana” di Milazzo, nuove opportunità per gli studenti grazie all’alternanza scuola lavoro

Al “Majorana” di Milazzo, nuove opportunità per gli studenti grazie all’alternanza scuola lavoro

Un percorso di formazione realizzato attraverso progetti di alternanza-scuola – lavoro è stato presentato al “Majorana” di Milazzo. Protagonista come sempre l’istituto diretto dal preside Stello Vadalà e la multinazionale A2A che ha deciso di premiare la formazione con un progetto triennale che coinvolge allievi delle classi III, IV V. La scuola ha selezionato 72 alunni , dieci per ogni classe scegliendo gli allievi  in base al merito. I moduli formativi prevedono 38 ore per gli alunni del terzo anno: 12h di incontri con maestri di mestiere,  6h con esperti della Protezione Civile e visite guidate in azienda, 16h di  formazione su competenze soft/tecniche.  Al 4° anno i migliori 6 allievi parteciperanno allo stage aziendale in A2A per 5 settimane per un totale di h188, mentre per chi frequenta il 5° anno è previsto lo sviluppo di un Project Work in collaborazione con i maestri di mestiere sulla attività svolta dai tirocinanti nei due anni precedenti. Responsabile dei progetti di Alternanza del “Majorana” è il prof. Giuseppe Bucca, responsabile dei percorsi di Alternanza dell’istituto mamertino. Il progettopensato dal gruppo A2A è realizzato attraverso il Centro Elis di Roma, agenzia leader nel campo della formazione.  Soddisfatto il preside Vadalà: “La valenza formativa della progettazione di questa alternanza si concretizza in una grande opportunità di crescita dal punto di vista tecnico professionale attraverso l’acquisizione di competenze professionali come l’imparare un mestiere praticandolo sul campo strumentale poiché prevede l’uso di strumenti, dispositivi o sistemi specifici”.

Giampaolo Petrungaro

 

Advertisment

Articoli consigliati