Riduce donna in schiavitù, arrestato

Riduce donna in schiavitù, arrestato

Per sei anni ha vissuto in schiavitù. Alla fine si è ribellata: accompagnata da suo padre ha denunciato il convivente che tra il 2010 e il 2016, con violenza e minacce l’ha costretta a prostituirsi in cambio di 20 euro a rapporto o cibo. La protagonista di questa storia è una giovane di 28 anni affetta da disabilità psichiche che ha vissuto insieme al suo compagno in questi anni a Cinisi, Terrasini e Partinico, nel palermitano. Quello che sembrava un idillio e un vero amore si è trasformato in incubo, fatto per anni di botte e segregazioni. L’aguzzino un 51 enne di origini marchigiane dopo aver sbarrato porte e finestre la chiudeva in casa con un lucchetto dall’esterno. In seguito alle indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Partinico guidati dal capitano Marco Pisano e coordinate dal sostituto procuratore Sirio De Flammineis e dal procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi, si è arrivati all’arresto dell’uomo disposto dal Gip, Roberto Riggio.

Articoli consigliati