Sicindustria Messina manda a Milano i piccoli ideatori di giocattoli dell’Ignatianum

Sicindustria Messina manda a Milano i piccoli ideatori  di giocattoli dell’Ignatianum

La loro “Macchina aerea” ha funzionato due volte: ha impressionato la giuria presieduta dal presidente di Sicindustria Messina Sebastiano D’Andrea che li ha scelti tra sei progetti di giocattolo artigianale e gli consentirà di volare a Milano assieme ai loro insegnanti il 26 maggio. Gli alunni della V B dell’Istituto Ignatianum guidata dalla dirigente scolastica Carla Fortino sono stati scelti al termine di una vera e propria presentazione con tanto di esame da parte dei giurati. In lizza altri cinque progetti: la Fioriera Magica, L’Altalena aerea, il Mulino, il Quadrato magico. Ognuno dei giocattoli rappresentava un piccolo esperimento fisico.  “Un’iniziativa stupenda- ha commentato la dirigente scolastica Fortino- una vera attività di formazione che ha visto concorrere entusiasti grazie anche al supervisione dei loro insegnanti ben 250 bambini”.  “Questo tipo di progetti- ha commentato entusiasta il presidente della delegazione messinese di Sicindustria Messina Sebastiano D’Andrea- servono a sviluppare la fantasia e lo spirito di gruppo. I bambini hanno messo in pratica quanto hanno imparato sui libri”. Questa mattina nell’aula magna del Collegio S. Ignazio,  gli alunni delle scuola elementare e i loro insegnanti hanno assistito a quella che si è trasformata in una gara di costruzioni tecnologiche per piccoli inventori. Un progetto di orientamento promosso da Federmeccanica, in accordo con il MIUR (il ministero per l’Istruzione e la ricerca scientifica) destinato ai bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare, promosso in città, in collaborazione con Sicindustria Messina. L’obiettivo promuovere e diffondere la cultura tecnico-scientifica nelle nuove generazioni. Dopo i saluti iniziali del rettore del collegio S. Ignazio, professoressa Carla Fortino e del presidente di Sicindustria Messina, ingegnere Sebastiano D’Andrea si è proceduto alla presentazione e alla “dimostrazione” dei giocattoli realizzati dagli alunni, alla consegna degli attestati di partecipazione e alla premiazione territoriale. “Eureka! Funziona!” nasce da una sperimentazione iniziata nel 2003, nelle scuole primarie finlandesi. Giunto alla quinta edizione, quest’anno coinvolge una quarantina di città italiane. Il tema scelto è “Pneumatica & Attuatori”, ai bambini è stato consegnato un kit composto dei pezzi necessari per poter progettare e costruire un giocattolo che per muoversi utilizzi tubicini di gomma, palloncini, cannucce. Il progetto prevedeva che ciascun gruppo tenga un diario sul lavoro svolto e realizzi una pubblicità del giocattolo e offre l’opportunità di utilizzare “l’invenzione” come uno strumento per imparare, mettere alla prova la creatività e capacità di innovazione. I bambini possono trarre ispirazione, per l’invenzione e la preparazione del giocattolo, dalla loro vita quotidiana, attivando capacità di osservazione e analisi del funzionamento degli oggetti che li circondano. Il 26 maggio l’evento nazionale a Milano concluderà il progetto e coinvolgerà le migliori scuole d’Italia.

Articoli consigliati