Targa Florio, ancora gravi le condizioni di Gemma Amendolia

Targa Florio, ancora gravi le condizioni di Gemma Amendolia

Oggi pomeriggio i medici effettueranno una nuova Tac sulla giovane Gemma Amendolia, la giovane di 27 anni pilota rimasta gravemente ferita nell’incidente alla Targa Florio dove ha perso la vita il padre Mauro di 53 anni. La giovane messinene è ancora in coma, ricoverata nella seconda rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo e le sue condizioni non sembrano migliorare. Oltre al padre della ragazza è morto anche il commissario di gara Giuseppe Laganà, 56 anni, di Lentini. Secondo quanto dicono i medici le condizioni della giovane si sono aggravate. Adesso si parla di lesione cerebrali gravi e ancora non si sa se saranno più o meno permanenti. Nel secondo bollettino i medici confermano che le condizioni della giovane sono serie. “Permane il coma profondo e la paziente è mantenuta in narco-sedazione – si legge -. I parametri emodinamici sono stabili. Le lesioni addominali risultano al momento stabilizzate. Permane il monitoraggio dei parametri vitali”.

Proprio durante la visita in una di queste finestre di controllo, intorno alle 10 di ieri mattina, Gemma non avrebbe reagito come sperato dai medici.

Articoli consigliati