Milazzo, si è dimesso il vicesindaco Ciccio Italiano

Milazzo, si è dimesso il vicesindaco Ciccio Italiano

Il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Ciccio Italiano si è dimesso dalle cariche. Lo ha fatto con una lettera al sindaco nella quale spiega le ragioni. “La decisione, difficile, è collegata al percorso da me recentemente intrapreso nella for­mazione nata dalla scissione del Partito Democratico – scrive Italiano -. Più in particolare, mentre sono in corso le attività legate all’elaborazione programmatica indispensabile ad affrontare le prossime ele­zioni regionali, in coerenza con la mia storia personale, ho ritenuto opportuno mettere a dispo­sizione dei compagni il mio impegno per il caso in cui mi venisse richiesto di contribuire al­l’affermazione dei valori e dei principi del movimento nell’ambito della competizione regiona­le. Questo mi permetterebbe di affrontare una campagna elettorale mettendo al centro del dibattito i bisogni dei cittadini e le grandi difficoltà che i comuni hanno nel dare le risposte che essi meritano e di mettermi a disposizione di quanti vogliono contribuire a disegnare una vera prospettiva di crescita e sviluppo del nostro territorio, unico modo per garantire occupa­zione e benessere alle famiglie.

La scelta – prosegue il vicesindaco – arriva nel giorno in cui, dopo due anni di duro lavoro, abbiamo chiuso il bi­lancio stabilmente riequilibrato e, quindi, in un momento in cui, finalmente, possiamo dire conclusa una fase particolarmente delicata e faticosa della vita amministrativa della nostra cit­tà e guardare al futuro con maggiore ottimismo. In questa esperienza, come sai, non mi sono risparmiato ed ho condiviso con te ogni momento delle nostre lunghe giornate. Spero di avere fatto un buon lavoro. Voglio ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicini, i colleghi assessori, i consiglieri comunali di maggioranza, il personale del nostro comune ed ovviamente tutti i cittadini milazzesi. Vivo queste dimissioni come un moltiplicatore di impegno e in questa chiave potrai continuare a fare pieno affidamento nella mia collaborazione, indipendentemente dai ruoli.

Articoli consigliati