Studenti-imprenditori il “Majorana” prima scuola in Sicilia

Studenti-imprenditori il “Majorana” prima scuola in Sicilia

Lo spirito imprenditoriale, la creatività e l’intraprendenza sono stati gli elementi che hanno consentito la vittoria agli studenti della III A MM dell’I.T.T. Majorana, diretto dal D.S. Prof. Stello Vadalà di Milazzo nella competizione regionale BIZ FACTORY.

Guidati dal Prof. Giuseppe Bucca, presso la Fiera Regionale di Catania, gli studenti hanno sfidato 115 team d’impresa simulata e più di 2000 allievi provenienti dalle scuole di tutta la Sicilia.

L’idea vincente è stata “Safely Recycle “che ha simulato l’immissione nel mercato di prodotti di grande utilità e design moderno divisi in: Safely Breakfeast, Safely Coaster, Safely draw e Safely pocket.

Il prodotto creato dalla mini impresa in azione della III A MM nasce dall’idea del riciclo delle cinture di sicurezza dismesse dopo la rottamazione delle autovetture. Si tratta di un elemento difficile da smaltire ma facile da riutilizzare. Subito dopo averlo smontato viene: selezionato, pulito, disinfettato, tagliato, realizzato e marchiato a caldo. Il prodotto viene poi intrecciato e con il nuovo tessuto ottenuto è possibile la messa in opera per la realizzazione del pezzo finito.

L’impresa è stata fondata in seno alla esperienza dell’Alternanza Scuola-Lavoro prevista dalla Legge 107 attraverso un percorso fortemente innovativo proposto da Junior Achievement Italia (JA Italia), ente accreditato presso il Miur per i progetti didattici.

I ragazzi impegnati nella progettazione hanno fondato una MINI-IMPRESA organizzata dal punto di vista amministrativo e della gestione, hanno previsto e creato ruoli tipici d’azienda quali: amministratore, delegato, tesoriere e responsabile marketing.

Obiettivo di ogni impresa è stato quello di riuscire a sviluppare una idea vincente dopo aver procacciato il capitale sociale per l’acquisto delle materie prime, per le consulenze esterne e per ciò che riguarda il prodotto da creare. È stato necessario commercializzarlo ed alla fine liquidare le mini imprese e dividere gli utili tra gli azionisti, come si conviene ad una vera azienda.

SAFELY RECYCLE è dunque una idea originale che permetterà al team di Impresa in azione di volare a Milano per competere con le altre mini-imprese provenienti da tutta Italia.

Accompagnati dal tutor Giuseppe Bucca, orgoglioso per il traguardo raggiunto dichiara: “L’esperienza didattico-imprenditoriale a fianco dei miei ragazzi è stata avvincente. Tutti noi, sin dalla progettazione, abbiamo fortemente creduto nell’originalità del prodotto da presentare. La realizzazione stessa ha confermato la validità del manufatto che si è imposto tra tutti gli altri per le caratteristiche del riciclo. “

Giampaolo Petrungaro

Articoli consigliati