Mafia: confisca beni nel Nisseno

Mafia: confisca beni nel Nisseno

Personale della Direzione investigativa Antimafia di Caltanissetta sta eseguendo due decreti di confisca emessi dalla Sezione misure di prevenzione del locale tribunale su proposta del direttore della Dia nei confronti di Calogero Grizzanti, 61enne di Sutera (Caltanissetta) e di Gaetano Falcone, 71enne di Montedoro (Caltanissetta). I decreti sono stati emessi a seguito di indagini patrimoniali che hanno consentito di aggredire i patrimoni illecitamente accumulati dagli stessi. Grizzanti è considerato reggente della famiglia mafiosa di Sutera e fra gli uomini d’onore appartenenti al clan capeggiato da Giuseppe “Piddu” Madonia, operante nel Nisseno. Falcone, fratello di Nicolò, che è rappresentante della famiglia di Montedoro, è risultato vicino ai vertici di Cosa nostra operante nel Nisseno ed è emerso quale “uomo d’onore” della stessa famiglia. Le confische hanno riguardato quattro aziende, sei immobili, 68 terreni e numerosi rapporti bancari ancora in corso di quantificazione.

Articoli consigliati