Grilli del Golfo: una firma per i nostri amici a quattro zampe

Grilli del Golfo: una firma per i nostri amici a quattro zampe

Barcellona Pozzo di Gotto. È iniziata la raccolta firme per la petizione che vorrebbe la costruzione di rifugi sanitari pubblici e rifugi per il ricovero dedicati ai nostri amici a quattro zampe.

Promossa dal Meetup Grilli del Golfo verrà presentata, una volta raggiunte le firme necessarie, ai Comuni di Barcellona, Milazzo e Patti. Questo quanto riferiscono Francesco Mazzeo, Carmelo Buemi, Filippo Baglione e Albina Carbone organizzatori dello stesso meetup, che si ispira al Movimento Cinque Stelle, proprio per la vocazione sociale dalla quale prende vita.

Meetup, infatti, è un social network con lo scopo di facilitare l’incontro di persone di varie località del mondo, oltre che conterranei; consente l’unione di gruppi che hanno un comune interesse, come la cultura, i libri o fare qualcosa.

Analogamente i Grilli del Golfo vogliono riunire tutte quelle persone che, nel caso specifico, intendono occuparsi delle problematiche reali locali, che vanno dal golfo di Milazzo al golfo di Patti con annessi Comuni limitrofi. Un’azione congiunta alla collaborazione di qualsiasi altra associazione, anche non facente parte del meetup, ma che abbia come comune denominatore il bene sociale. Concetto che merita di tornare a fare da protagonista.

<<Lo scopo non è politico, ma sociale – ha sottolineato Francesco Mazzeo – per questo cerchiamo la collaborazione delle amministrazioni comunali, per portare avanti iniziative che abbiano come obiettivo il bene di tutti i cittadini>>.

Nel caso specifico il traguardo è rappresentato dall’applicazione della Legge regionale 3 luglio 2000, n. 15, art. 11 – 13, che prevede in attuazione della legge 14 agosto 1991, n. 281 la realizzazione e l’organizzazione di rifugi sanitari pubblici, con sala operatoria, ambulatorio e sala di degenza per cani e gatti. Si tratta di una petizione che promuove la protezione degli animali con particolare premura alle loro condizioni di vita, l’educazione al rispetto degli stessi, lotta al randagismo, nonché la salvaguardia del territorio.

Debora Luccese

Articoli consigliati