Emergenza incendi: Il vento di scirocco sposta le fiamme dalla Madonie ai Nebrodi

Emergenza incendi: Il vento di scirocco sposta le fiamme dalla Madonie ai Nebrodi

Situazione disperata sulle Madonie, dove per tutta la notte il forte vento di scirocco ha portato le temperature ad arrivar a a 30° e questo ha alimentato l’aumento e la propagazione dei righi che dal palermitano si sono spostate nella zona del messinese. A Cefalù si sono alzati in volo i  canadair e hanno frenato i danni che già sono visibili a Campofelice,Lascari,San Mauro Castelverde. Abbiamo salvato il salvabile – afferma il sindaco di Cefalù Lapunzina , – fino a quando non sono intervenuti i Canadair. alcune case sono state evacuate, pur avendo lanciato l’allarme. – Vigili del fuoco di Agrigento e Caltanissetta si sono raggruppati sulle Madonie, per arginare e limitare i danni, con protezione civile e mezzi antincendio del Corpo forestale che hanno lavorato ininterrottamente per tutto il periodo, limitando il lavoro al fumo che ha contenuto gli interventi.. A coordinare gli interventi un’unità di crisi in prefettura a Palermo che sta seguendo la situazione, monitorando giornalmente la situazione. In azione, spiega la centrale operativa dei Vigili del fuoco, sei squadre; mentre i canadair, riferiscono le stesse fonti, sono intervenute, ma poco dopo sono andate via a causa dell’insidioso vento di scirocco che soffia da ieri sera. Diversi incendi si sono verificati anche nei comuni interni del palermitano di  Aliminusa, Terrasini, Lascari, Misilmeri, Balestrate e Bisacquino. Fiamme anche a Palermo, a Gibilrossa.

Situazione ora che si è spostata sul messinese . – “La situazione qui è terribile, stanno aumentando i fronti del fuoco e stiamo aspettando ancora l’arrivo dei mezzi della Protezione Civile, siamo disperati”: è l’allarme lanciato nella serata di giovedì dal sindaco di Naso (Messina) Giuseppe Letizia. Le fiamme hanno raggiunto anche il centro di una frazione del Comune, con tanta paura , ma senza problemi per la gente che ha evacuato le case , cercando riparo lontano dal fuoco. Quindi dalle Madonie si passa sui Nebrodi, con Il sindaco Letizia che continua. “Con il buio – ha spiegato – i mezzi aerei non possono operare. Le folate di scirocco spingono le fiamme su più fronti e non sappiamo come intervenire”. I vigili del fuoco sono intervenuti per domare le fiamme e hanno evacuato numerose abitazioni. Alcune case, sono bruciate e altre sono danneggiate. Letizia ha comunque escluso la presenza di feriti o di persone in pericolo ma ha sottolineato che la situazione è grave.

Antonio David

Articoli consigliati