Riqualificazione dell’asse viario della Zona Industriale Milazzo – Giammoro: Assegnato l’incarico per la redazione del Progetto .

Riqualificazione dell’asse viario della Zona Industriale Milazzo – Giammoro: Assegnato l’incarico per la redazione del Progetto .

Sono già al lavoro i due professionisti messinesi, gli ingegneri Sergio Sofia e Pietro Pettinato, che hanno avuto assegnato l’incarico per la redazione del progetto esecutivo per i lavori di “Riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario dell’agglomerato industriale Milazzo – Giammoro”. I lavori saranno realizzati con i fondi del Masterplan per il Mezzoggiorno – Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina per un importo totale di 2,6 milioni di euro. Sergio Sofia e Pietro Pettinato, ingegneri riuniti nel Raggruppamento Temporaneo, hanno presentato l’offerta aggiudicataria per il progetto dell’opera con un ribasso del 19,20 per cento sull’importo a base di gara, complessivamente e presuntivamente determinato in 97 mila euro nella procedura condotta dal Consorzio Asi della Provincia di Messina a seguito di espletamento di procedura ad evidenza pubblica. Il Raggruppamento Temporaneo si occuperà della redazione del progetto incluso il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione. L’incarico è stato sottoscritto presso la sede dell’ufficio IRSAP di Messina. Questo incarico fa fede all’impegno assunto dal Commissario Straordinario IRSAP, Mariagrazia Brandara che lo scorso 3 maggio, su iniziativa del Presidente dell’Associazione A.D.A.S.C. Peppe Maimone, ha incontrato a S. Pier Niceto i Sindaci, i delegati dell’Autorità Portuale di Messina, della Città Metropolitana di Messina ed i rappresentanti di aziende che operano nel martoriato agglomerato industriale Milazzo – Giammoro. In quell’occasione, infatti, il Commissario Straordinario dell’IRSAP, dopo aver visitato e constatato personalmente lo stato di degrado dell’arteria stradale, aveva promesso che entro un mese il progetto per la riqualificazione dell’asse viario della zona industriale  sarebbe stato esecutivo.

Articoli consigliati