Picchiato con colpi di spranga alla testa per un cellulare, in manette un ventenne e un minore per tentato omicidio

Picchiato con colpi di spranga alla testa per un cellulare, in manette un ventenne e un minore per tentato omicidio

Con l’accusa di tentato omicidio i carabinieri hanno arrestato due giovani di Floridia, in provincia di Siracusa. Ai domiciliari è stato posto Simone Italia, 20 anni, mentre un diciassettenne è stato trasferito nel centro di prima accoglienza per minori di Agrigento. Secondo la ricostruzione degli investigatori, i due avrebbero colpito alla testa con una spranga un loro conoscente, in seguito alla vendita di un telefono cellulare. La vittima è stata medicata all’ospedale Umberto I a Siracusa e poi dimessa con una prognosi di 40 giorni L’aggressione sarebbe avvenuta perché i tre non si sarebbero messi d’accorso sulla vendita. I carabinieri hanno trovato in un parco giochi la spranga gettata via dagli autori del pestaggio, e nel corso delle perquisizioni domiciliari hanno trovato i loro abiti sporchi di sangue.

Articoli consigliati