IL LICEO IMPALLOMENI IN EUROPA CON IL PROGETTO ERASMUS + KA1

IL LICEO IMPALLOMENI IN EUROPA CON IL PROGETTO ERASMUS + KA1

Il Liceo Impallomeni di Milazzo entra in una dimensione europea con il progetto ERASMUS+ azione chiave 1.

Tre docenti dell’Istituto, le prof.sse Concetta Bono, Anna Di Natale e Ada Micali, e la Dirigente prof.ssa Caterina Nicosia, hanno partecipato ad un progetto di mobilità europea in Spagna ad Elche, nella Comunità Autonoma Valenziana, dal 15 al 19 maggio u.s..

L’attività di Job Shadowing ha dato loro l’opportunità di confrontarsi sulle modalità di sviluppo innovativo nella scuola, sulle nuove tecnologie e su diverse tematiche che condividevano la finalità di porre lo studente al centro del sistema educativo. Assistere alle lezioni tenute dai colleghi stranieri presso l’Istituto di Educazione Secondaria “Severo Ochoa”, visitare una scuola primaria e il campus universitario di Alcoi del Politecnico di Valencia, ha consentito allo staff dell’Impallomeni di approfondire la conoscenza del sistema educativo spagnolo oltre che essere un utile occasione di  confronto sulla cultura, le abitudini e i modi di vivere del Paese ospitante.

Ad Ottobre sarà l’Impallomeni ad ospitare una delegazione spagnola della stessa scuola. L’esperienza  del job shadowing favorirà così la crescita culturale di entrambe le scuole e l’implementazione di un piano di sviluppo europeo comune. 

Per il Liceo Impallomeni questa è comunque solo una delle tappe di un percorso per potenziare l’internazionalizzazione dell’Istituto nell’ambito del programma Erasmus+ Azione Chiave 1.  Durante la pausa estiva un gruppo di dieci docenti e quattro membri del personale amministrativo, tecnico e ausiliario dell’istituto avrà l’opportunità di frequentare dei corsi strutturati nel regno Unito e in Irlanda che permetteranno loro di potenziare le competenze comunicative in lingua inglese e la formazione su tematiche quali il CLIL e le nuove tecnologie didattiche.  Nell’ambito del Progetto Intercultura, invece, nel corso dell’anno scolastico è stato realizzato uno scambio di classe con l’Olanda che continuerà  anche il prossimo anno e che prevede l’allargamento a nuovi partner.

Articoli consigliati