Nasce invalido, Asp deve risarcire

Nasce invalido, Asp deve risarcire

Nacque tetraplegico per “negligenza” dei medici dell’ospedale in cui venne alla luce, l’Ingrassia di Palermo: il tribunale civile di Palermo ha condannato la Asp a risarcire con quasi 3 milioni di euro il bambino, ora adolescente, e i suoi genitori. Inoltre, siccome il giovane è invalido al cento per cento, l’azienda sanitaria dovrà versargli un vitalizio di 1344 euro al mese da quando compirà 18 anni a quando ne avrà 65. La storia è raccontata oggi dal Giornale di Sicilia. A versare le somme, però, non sarà, come nei casi di colpa medica l’assicurazione, perché la Reale Mutua ha dimostrato che la richiesta di copertura fatta dall’Asp sia avvenuta oltre i termini. Secondo il giudice, la malattia di cui il ragazzo soffre sarebbe stata causata da negligenza nei controlli da parte dei sanitari durante la gravidanza sia sulla madre sia sul feto.

Articoli consigliati