Messina / A Vulcano si premiano i migliori del Beach Volley europeo.

Messina / A Vulcano si premiano i migliori del Beach Volley europeo.

“Il Beach Volley è uno sport in fase di crescita esponenziale, siamo orgogliosi di aver ospitato una tappa di tale portata e di averlo fatto in una delle location più incredibili della storia di questo sport. Siamo riusciti a organizzare e condurre questo evento da soli, un motivo in più per ritenerci soddisfatti del nostro lavoro. L’obiettivo futuro è quello di crescere ancora, siamo pronti per competizioni di altissimo livello”. Così commenta Alessandro Zurro, Presidente Fipav Messina e comitato organizzatore dell’Europeo Under 20 di Beach Volley, terminato domenica 10 settembre, con la premiazione, nella splendida cornice dell’isola di Vulcano, dei team vincitori – tra i quali a primeggiare, in entrambe le categorie, i team russi.
L’evento ha coinvolto 30 Paesi e ben 128 atleti.
Al termine di un’ultima giornata particolarmente emozionante, specialmente per il team femminile italiano, giunto alla finale, ma battuto al tie-break dal duo russo Voronina/Bocharova, che si è guadagnato il primo gradino del podio. Sul terzo gradino del podio ci vanno le olandesi van Driel/Stam. Fase finale amara per la coppia Varrassi/Ferraris che prima perdono un infuocato derby in semifinale contro Orsi Toth/They, poi cedono stancamente al duo olandese.

Anche tra le maschili è la Russia a conquistare l’oro con la coppia Ivanov/Gorbenko che regolano in due set equilibrati gli svizzeri Breer/Haussener. Protagonisti sin dal mattino i due ragazzi russi: in una semifinale intensa è un coinvolgente tie-break contro il duo olandese Blom/de Groot a decretare la finalista. Cammino simile quello degli svizzeri Breer/Haussener che eliminano la coppia francese Platre/Faure grazie ad una prestazione migliore dal punto di vista nervoso. La rivincita per i due ragazzi d’oltralpe arriva nella finalina per il bronzo: il 2-0 con cui viene battuto il team olandese ha infiammato il pubblico presente sugli spalti del campo centrale sull’isola di Vulcano.

Articoli consigliati