Milazzo/ Inaugurato il “Giardino della Donazione” a Gigliopoli

Milazzo/ Inaugurato il “Giardino della Donazione” a Gigliopoli

Domenica 17 settembre 2017, presso i locali della Fondazione Barone Giuseppe Lucifero di San Nicolò a Capo Milazzo (ME), è stato inaugurato il “Giardino della Donazione”. L’iniziativa, organizzata da AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi) – Gruppo Comunale di Milazzo “Alba Munafò” in collaborazione con il partenariato Associazione “Il Giglio” e Fondazione Lucifero, ha coinvolto numerosi partecipanti del settore e non, sensibilizzandoli alla donazione degli organi.
“La nostra – ha affermato Flavia Petrin, Presidente AIDO Nazionale presente all’evento – è una scelta. Si sceglie di poter essere utili anche dopo la morte, è come dare un senso alla morte. Al nord, in particolare in Lombardia, sono già in molti che scelgono di essere donatori di organi, purtroppo al sud si fa ancora un po’ di fatica. E’ per questo che iniziative come quelle di oggi sono importantissime. Sono 9.000 ogni anno le persone che aspettano un trapianto e per loro l’AIDO può davvero rappresentare una nuova chance di vita.” La Petrin ha poi illustrato ai presenti le finalità AIDO come: la promozione, secondo solidarietà sociale, della cultura della donazione di organi, tessuti e cellule; la promozione della conoscenza degli stili di vita atti a prevenire l’insorgere di patologie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi; provvedere, per quanto di competenza, alla raccolta delle dichiarazioni favorevoli alla donazione degli organi post mortem.
Accanto a lei, il promotore dell’inaugurazione, il Prof. Vittorio Cannata, Presidente AIDO Milazzo, che ha introdotto l’incontro e ringraziato tutti gli ospiti presenti. “Da questa sera – ha commentato il Prof. Cannata alla fine dei lavori – parte un bellissimo messaggio di amore e solidarietà che non poteva che provenire dalla memoria di Alba Munafò. Da questo luogo magico che è Gigliopoli, la città dei bambini spensierati – ha aggiunto – ha avuto inizio la nostra sensibilizzazione verso chiunque possa riflettere sulla vita e sul suo senso ed il giardino che ne verrà fuori ci ricorderà che la nostra può essere un’esistenza davvero importante e duratura se decidiamo di dare una seconda possibilità a chi ha bisogno.”
A fare gli onori di casa e presentare “Gigliopoli, la città dei bambini spensierati” è stato invece Enzo Scaffidi, Presidente dell’Associazione “Il Giglio” e promotore, insieme alla moglie Angela, di un progetto che ha visto gli albori nel 2003 e che nel 2007 ha visto sorgere la città dei bambini spensierati, uno spazio a misura di bambino, dove crescere, imparare ed essere gli adulti consapevoli del domani è facile come divertirsi e giocare. L’etica, l’attenzione verso l’altro e il mondo che ci circonda, la consapevolezza sociale, la legalità, l’ecologia e l’educazione libertaria sono il pane quotidiano di una realtà che “è stata felice di ospitare un’iniziativa di questo genere. – ha dichiarato Scaffidi sul finire dell’evento – Noi scegliamo la causa ogni giorno e, come l’AIDO, pensiamo che il dono più bello che esiste è quello della vita, una vita vissuta con consapevolezza ed attenzione. Qui ogni giorno noi ci impegniamo e doniamo il nostro tempo, affinchè il cambiamento si realizzi.”

Articoli consigliati