Tunisino ruba ciclomotore a Lampedusa

Tunisino ruba ciclomotore a Lampedusa

Un tunisino di 24 anni è stato arrestato dai carabinieri e dalla polizia a Lampedusa (Ag) dopo aver rubato un ciclomotore. Il giovane era sbarcato sull’isola nei giorni scorsi ed è ospite del centro di accoglienza. Il furto è avvenuto in centro vicino la chiesa madre verso le 22 di ieri. Sono oltre 250 i migranti ospitati nel centro di accoglienza tutti tunisini che regolarmente escono dalla struttura. Alcuni tentano di lasciare l’isola con la nave di linea nascondendosi su camion o furgoni che trasportano pesce.
Nei giorni scorsi il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, aveva denunciato la situazione sull’isola dove i migranti erano responsabili di “minacce, molestie, furti” e aveva chiesto la chiusura dell’hot spot, ”una struttura inutile”. A Martello aveva risposto l’ex sindaco Giusi Nicolini dicendo che Martello ”faceva terrorismo”. Con Nicolini si era detto d’accordo Claudio Fava mentre il ministro dell’Interno Marco Minniti aveva detto che ”non c’è alcuna situazione di emergenza”.

Articoli consigliati