Successo per il 2° Concorso d’Eleganza, indetto dal Circolo Auto e Moto d’Epoca Alzavalvola

Successo per il 2° Concorso d’Eleganza, indetto dal Circolo Auto e Moto d’Epoca Alzavalvola

Un  grande trionfo di pubblico, gemme  motoristiche di  straordinario valore storico, ed eccellenze del territorio; questi gli elementi  principe che hanno caratterizzato la due giorni del 2° Concorso d’Eleganza, indetto dal Circolo Auto e Moto d’Epoca Alzavalvola, presieduto da Enrico Munafò, che,  durante lo scorso weekend,  si è svolto in due location di eccezionale bellezza ed eleganza: Parco Augusto di Terme Vigliatore e Parco Museo Jalari.

L’evento,  iniziato con la cena  di Gala nell’elegante atmosfera  di Parco Augusto di Terme Vigliatore, location intrisa di forti connotati storici, ha poi avuto il suo apice il mattino seguente  con la sfilata di auto e moto d’epoca  nella bellissima piazza Duomo di Castroreale. Finito il defilé, la  comitiva di partecipanti   si è poi trasferita  nell’incantevole Parco Museo Jalari, dove arte, bellezza e professionalità s’incontrano. Ed è qui che  ha avuto luogo la premiazione degli equipaggi, e di tutte le eccellenze di settore, partecipanti al  Concorso d’Eleganza.

Molte le rarità motoristiche di inestimabile bellezza ed eleganza  che hanno partecipato all’evento; tra queste ricordiamo: la Fiat 520 di Andrea Coiro, la Morris 850 di  Antonino Misiti, la Austin Miller del ‘56 del Dott. Anselmo Borghese, la Jaguar M – K2  di Michele Princiotta. Per la sezione motocarrozzette il Premio  d’Eleganza è stato assegnato all’Ape calessino del 1953, di Antonio Pino, alla Guzzi Sport 15 Sidecar di Saverio Catalfamo.

Ma come in ogni evento  che si rispetti, alla  buona riuscita di una manifestazione concorre anzitutto la professionalità di un team  che lavora in armonia, mettendo anzitutto il cuore in tutto ciò che si fa. Due, però, sono le  figure  principali che sottintendono a questo grande successo; Enrico Munafò, presidente del Circolo Auto e Moto Alzavalvola, che, inseguendo un sogno, ha permesso che tutto ciò avesse luogo, e Fortunato Saia, che lavorando dietro le quinte, e occupandosi della ”salute” delle bellissime rarità storiche, ha sempre provveduto, in ogni occasione, a farle trionfare in tutto il loro splendore. A loro si deve lo strepitoso successo del 2° Concorso d’Eleganza di Castroreale per Auto e Moto d’Epoca.

Articoli consigliati