Milazzo/ Incontro dell’associazione ASTREA

Milazzo/ Incontro dell’associazione ASTREA

L’associazione  “Astrea-Amici delle Donne” in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, ed in occasione del primo anniversario della stessa,ha organizzato presso L’ITTS Ettore Majorana un evento, rivolto alla cittadinanza, coordinato da Giovanni Utano, medico psicoterapeuta, per riflettere con la comunità su questo grave ed importante tema.
Diverse le figure istituzionali presenti che hanno voluto fornire un personale contributo a questo evento tra cui il sindaco di Milazzo avv. Giovanni Formica e il maresciallo maggiore Tommaso Biagio La Rosa, dei carabinieri di Milazzo. Quest’ultimo ha espresso la propria riconoscenza verso l’associazione per la collaborazione che si è instaurata e che ha reso possibile la formazione di una rete per accogliere la donna vittima di violenza. La parola è passata poi alla presidente dell’associazione Pina Micale che ha voluto condividere con i presenti i momenti più importanti vissuti in questo anno e riflettere sul tema della violenza. Ha anche voluto rendere partecipi i presenti dei numerosi progetti svolti dall’associazione sul territorio, tra cui quelli portati avanti nelle scuole. A questo proposito la prof.ssa Rossella Scaffidi, in rappresentanza del preside dell’istituto, il prof. Stello Vadalà, ha sottolineato l’importanza di educare le nuove generazioni verso una cultura di parità e rispetto di genere,ringraziando l’associazione per Il proficuo contributo. Il prof. Enzo Ciconte, docente dell’Università Roma Tre e autore del libro “Storia dello stupro e di donne ribelli” è intervenuto via web ricordando come la lotta e il coraggio delle donne contro la violenza abbiano origini molto lontane.
Il pomeriggio è stato infine arricchito dallo spettacolo di danza presentato dall’Accademia Euro Danza 2000 a cura di Ivana Villari per dire “No ad ogni forma di violenza sulle donne”, uno spettacolo emozionante che ha saputo veicolare il messaggio della giornata toccando corde diverse rispetto a quelle del linguaggio.
A conclusione i saluti della presidente con l’augurio di potersi ritrovare tutti e di potere fornire ognuno il proprio contributo nella lotta alla violenza di genere.

Articoli consigliati