Tragedia Sansovino, gli operai hanno inalato acido solfidrico

Tragedia Sansovino, gli operai hanno inalato acido solfidrico

Arrivati i risultati dell’autopsia effettuata sui cadaveri dei tre marittimi periti a bordo della nave Sansovino durante il servizio. L’esame autoptico effettuato dal medico legale Elvira Ventura Spagnolo e dal tossicologo Guido Romano, ha confermato che Cristian Micalizzi di 38 anni, Santo Parisi di 51 anni e Gaetano D’Ambra di 29 anni, sono morti per avere inalato acido solfidrico che si è sprigionato all’interno della sentina della nave, dove i tre marittimi sono entrati senza l’ausilio di maschere antigas e di autorespiratori, come prevedono le norme di sicurezza in questi casi. Gli esami autoptici confermano quanto già avevano affermato i Carabinieri del reparto Nbcr, recatisi a bordo dopo la tragedia. Gli errori commessi dal personale entrato all’interno della sentina sono stati evidenziati anche nella relazione del consulente tecnico Salvatore Gianino.

Articoli consigliati