Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, riceverà a Siviglia il Premio “Contro il Terrorismo” nel 20esimo anniversario dell’assassinio di Alberto Jiménez-Becerril

Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, riceverà a Siviglia il Premio “Contro il Terrorismo” nel 20esimo anniversario dell’assassinio di Alberto Jiménez-Becerril

Il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, riceverà lunedì a Siviglia il premio “Contro il Terrorismo” alla memoria di Alberto Jiménez-Becerril, consigliere comunale della capitale andalusa, assassinato brutalmente 20 anni fa dal gruppo dei separatisti baschi dell’ETA.

La Fondazione contro il Terrorismo “Alberto Jiménez-Becerril” ha votato all’unanimità Antonio Tajani, su proposta della sua Presidente, l’eurodeputata spagnola Teresa Jiménez-Becerril (PPE), sorella della vittima. Come si legge nella nota diffusa, la scelta è avvenuta “in considerazione della sensibilità e impegno dimostrati per la difesa del diritto dei nostri cittadini a vivere in uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia, per la condanna di tutti gli atti terroristici e per la solidarietà mostrata alle vittime e a tutti coloro che subiscono violazioni dei diritti umani”.

La cerimonia di premiazione – giunta alla sua quarta edizione – si terrà lunedì, alle ore 13.00, nella Sala “Colombo” del Comune di Siviglia. Sarà preceduta da una serie di iniziative che marcheranno il 20esimo anniversario del duplice assassinio dell’esponente del Partito Popolare, Alberto Jimenez -Becerril, e sua moglie Ascensión García Ortiz, avvenuto il 30 gennaio 1998. Un fatto di cronaca che sconvolse, non solo la città di Siviglia, ma la Spagna intera.

“Sono onorato dalla decisione della Fondazione contro il Terrorismo di Siviglia”, ha commentato Tajani. “I nostri cittadini ci chiedono, prima di tutto, di garantire la loro sicurezza. Il Parlamento europeo è in prima linea nella lotta al terrorismo” – ha aggiunto Tajani – “Dallo scorso settembre, abbiamo creato una commissione speciale, incaricata di identificare le misure necessarie per rendere più efficacie la cooperazione tra forze di polizia, magistratura e autorità anti-terrorismo. Inoltre, nell’ottobre scorso, abbiamo approvato la creazione di una Procura europea anti-frode che, mi auguro, possa in futuro, estendere i propri compiti e poteri anche nelle attività anti-terrorismo”.

Articoli consigliati