Appalto truccato, 6 ai domiciliari

Appalto truccato, 6 ai domiciliari

I carabinieri hanno eseguito sei ordinanze di arresti domiciliari dal gip di Palermo, su richiesta della Dda, nei confronti di sei persone accusate, a vario titolo, dei reati di estorsione aggravata, rivelazione ed utilizzazione di segreto d’ufficio, turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e trasferimento fraudolento di valori.
Le indagini sono scattate sulla gara d’appalto del Comune di Castronovo di Sicilia (Pa) per l’aggiudicazione del servizio di trasporto scolastico comunale per l’anno scolastico 2016/2017, assegnato per un importo di circa 31 mila euro a una ditta di fatto riconducibile a un imprenditore condannato per associazione mafiosa. L’uomo sarebbe riuscito ad ottenere l’appalto grazie alla compiacenza del segretario comunale, del responsabile e di un impiegato dell’ufficio tecnico comunale, e del responsabile dell’ufficio scolastico del Comune di Castronovo di Sicilia, e a far desistere con gravi minacce la ditta di trasporti di San Giovanni Gemini (Ag), aggiudicatrice dell’appalto.
La gara è stata quindi attribuita, per scorrimento della graduatoria, alla ditta, appositamente costituita, intestata alla figlia del mafioso. Con lo stesso provvedimento è stato anche disposto il sequestro preventivo della somma pari all’appalto e la ditta di trasporti.

Articoli consigliati