La Natività in serra all’Istituto Agrario di Milazzo

La Natività in serra all’Istituto Agrario di Milazzo

Si è svolta sabato scorso presso l’aula magna dell’ IPSAA di Milazzo la premiazione dei vincitori del  1° Consorso Presepiale ”E  Nacque in una Serra” promosso dall’ Istituto di Due Bagli, sede associata dell’I.S. “E Ferrari” di Barcellona P.G., grazie all’iniziativa dei proff. Bucaria e Scolaro,  con la collaborazione dei docenti Billa, Giuffrè, Munafò, Manca, Maimone e Marullo. Il laboratorio è stato inaugurato nel mese di Ottobre e ha visto la partecipazione degli alunni, dei docenti tutti e del personale. Fin da subito è iniziata la raccolta di materiale povero proveniente perlopiù dai cinque ettari di terreno che circondano la scuola agraria: foglie, canne di bambù, pigne, legna, cortecce. Con piccole cose i ragazzi dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, hanno potuto realizzare un imponente manufatto creando un clima accogliente e inclusivo in cui ciascuno ha preso un posto preciso e speciale, proprio come i figuranti di un presepe: chi ha ritagliato con mano precisa, chi ha sistemato una trina, chi si è improvvisato intagliatore, chi piccolo muratore. Il manufatto, infine, si è arricchito di natura viva, piantine sapientemente coltivate nelle serre della scuola che hanno danno vita ad una natura morta. E’ nato così un bellissimo presepe, fatto di scale che si inerpicano tra i vicoli del Borgo di Milazzo e che trova posto in una meravigliosa e inusitata cornice caratterizzata dai colori e dai profumi degli alberi di Mango e di  Papaya. L’idea del Concorso, aperto alle scuole secondarie di primo grado della nostra Piana e dei comuni limitrofi, nasce proprio dalla voglia di aprire la scuola al territorio per farne conoscere le bellezze e creare nuove sinergie con gli altri istituti del comprensorio. I presepi giunti dalle scuole di Milazzo, Pace del Mela, Barcellona P.G., S. Lucia del Mela e anche dalla lontana Novara di Sicilia, si sono perfettamente inseriti all’interno dello scenario naturale e hanno aggiunto bellezza e originalità all’ esposizione: cartoncini, tappi di sughero, sassi, pasta di vari formati, bottiglie, fichi d’India, vecchie Barbie: i materiali poveri adoperati, riciclati e riutilizzati si collocano, inoltre, all’interno di un percorso di sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente, che ha trovato gli studenti delle scuole medie particolarmente attenti e pronti.  Dopo uno spoglio fatto in diretta, la commissione, presieduta dalla dirigente, Prof.ssa Cettina Ginebri, ha premiato i vincitori del concorso: I posto (Classe III F- Bonanno, Formica, Foti, Italiano, Maiorana),  II posto (Classe: II E- Salmeri, Geraci, Midili) e III posto (Classe:II E- Providenti, Villari, Di Flavia, Salvia, D’Amore), tutti alunni della Scuola Media “L. Rizzo” di Milazzo. A ciascun partecipante è stata consegnata una medaglia e l’attestato di partecipazione, assieme ai complimenti della Dirigente Prof.ssa Ginebri. Nessun escluso dalla premiazione, perché, come ha detto la prof.ssa Scolaro nel suo discorso tenuto nel corso della cerimonia di premiazione “i presepi che hanno preso posto nelle nostre serre sono tutti belli, frutto di lavoro, attenzione e amore per il presepe e l’arte in generale”. Grande l’emozione dei piccoli partecipanti e delle loro famiglie che, dopo la premiazione, sono stati accompagnati dagli alunni dell’istituto a visitare gli ambienti della scuola e invitati al rinfresco finale.

Articoli consigliati