Messina/ Presentata al Palazzo camerale la vetrofania per favorire l’inclusione sociale delle persone con disabilità sensoriale

Messina/ Presentata al Palazzo camerale la vetrofania  per favorire l’inclusione sociale delle persone con disabilità sensoriale

Un simbolo di accoglienza nei confronti delle persone con disabilità sensoriale accompagnati da cani guida. E’ con questo spirito che la Camera di commercio ha fortemente voluto la vetrofania realizzata in collaborazione con il Centro regionale “Helen Keller” e scuola cani guida per ciechi, presentata questa mattina nella sala Giunta del Palazzo camerale.

«L’obiettivo è quello di favorire l’inclusione sociale di non vedenti e ipovedenti – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – che spesso hanno difficoltà ad accedere agli esercizi commerciali per la presenza dei cani guida. La vetrofania è un segnale piccolo, ma importante, che deve farci riscoprire “comunità”. Un primo passo che s’inquadra in un progetto molto più ampio finalizzato all’abbattimento delle barriere architettoniche all’interno del Palazzo camerale. Perché la “Casa delle imprese” sia accessibile a tutti. Una strada virtuosa che, ci si augura, possa essere seguita anche dalle altre istituzioni».

«Questa iniziativa è un passo in avanti sulla via della civiltà – dichiara il presidente del Centro regionale “Helen Keller”, Giuseppe Terranova – sono gesti che fanno crescere la società. Mi preme ringraziare il presidente Blandina e la Camera di commercio per la grande sensibilità dimostrata nei confronti di un argomento sul quale è essenziale accendere i riflettori e riportare l’attenzione dell’opinione pubblica. Fortunatamente, nella nostra città non sono mai stati evidenziati atteggiamenti di rifiuto nei confronti delle persone accompagnate da cani guida. Il che vuol dire che Messina è pronta per recepire un messaggio così rilevante. La città dello Stretto si pone, dunque, come esempio di grande solidarietà».

Presente alla conferenza stampa anche l’on. Elvira Amata: «Ringrazio il presidente Blandina che come rappresentante della Camera di commercio ha voluto portare avanti questa iniziativa, che vuol dire sensibilizzare la società tutta. Non dovrebbe esistere neppure una legge per consentire ciò che dovrebbe essere assolutamente scontato, ossia l’accesso agli esercizi commerciali del cane guida, che è un tutt’uno con il disabile sensoriale. Far vedere che la città, attraverso l’Ente camerale, ha voluto lanciare questo messaggio vuol dire che Messina è una città civile». L’on. Amata ha, poi, sottolineato come proprio questa mattina abbia provveduto a depositare un emendamento al Bilancio che riguarda il Centro “Helen Keller”, riportando l’importo dello scorso anno e scongiurando il taglio previsto. «Il Centro vive con i contributi della Regione – prosegue l’on. Amata – ed è impensabile e non opportuno tagliare i fondi dell’unica struttura siciliana che dà grande aiuto ai non vedenti, rendendoli liberi e indipendenti.  Un impegno condiviso anche con altri colleghi, come Franco De Domenico».

Alla conferenza stampa hanno preso parte anche Vito Siracusa, presidente della Cna, e Daniele Andronaco, direttore di Confesercenti, che hanno evidenziato come le associazioni di categoria abbiamo sposato pienamente l’iniziativa. Presenti, infine, il direttore del Centro “Helen Keller”, Fabrizio Zingale, insieme con Franco Impollonia, Girolamo Silvari e Rosario Terranova.

Articoli consigliati