A Milazzo l’exploit della Lega firmato…Damiano Maisano

A Milazzo l’exploit della Lega firmato…Damiano Maisano

Una giornata indimenticabile quella del  26 maggio per l’ex assessore della giunta Formica, Damiano Maisano, che ha vinto la sua scommessa lanciata con le dimissioni dall’Amministrazione comunale, aderendo alla Lega di Matteo Salvini. Maisano ha avuto la conferma dell’affetto dei cittadini, raccogliendo una pioggia di consensi sulla candidata da lui proposta. Annalisa Tardino, peraltro divenuta anche neo deputata europea, ha infatti ottenuto quasi 1400 preferenze nonostante fosse una perfetta sconosciuta a Milazzo, essendo originaria di Licata. Un risultato eccezionale anche perché la percentuale di consensi ottenuti a Milazzo è stata la più alta di tutta la Regione se rapportata a Comuni con gli stessi abitanti della città del Capo. Importante è stato comunque anche il contributo del capogruppo consiliare Alessio Andaloro, che per primo ha creduto a Milazzo nel nuovo progetto della Lega targato Candiani e che ha come riferimenti principali in Sicilia, l’assessore catanese Fabio Cantarella e l’attuale sindaco di Furci, Matteo Francilia.
L’affermazione in queste elezioni getta le basi per il futuro ed in particolare per le Amministrative del 2020, dove la Lega sarà presente ed anzi pronta ad esprimere il proprio ruolo nel gioco delle candidature a sindaco.

Articoli consigliati