Il Rotary Club Milazzo promuove un progetto di service dedicato all’alfabetizzazione in Sierra Leone

Il Rotary Club Milazzo promuove un progetto di service dedicato all’alfabetizzazione in Sierra Leone

Nell’ambito dell’ormai consueta conviviale interclub di mezza estate, organizzata dal Rotary Club Milazzo presieduto dall’ing. Calogero Ficili, è stata presentata e contestualmente avviata, con la gradita presenza di tutti i club dell’area peloritana rappresentati dai presidenti e dai numerosi soci ed ospiti intervenuti, una pregevole iniziativa di service vertente sulla tematica dell’alfabetizzazione.

La serata ha visto quale apprezzato relatore il Prof. Salvo Currò, stimato artista Milazzese di fama internazionale conosciuto un po’ in tutto il mondo per i suoi Pupi Siciliani che, per l’occasione titolata “Incontro con l’artista”, ha relazionato su come nasce un’opera in acquerello / L’urban Sketch / Il Paladino nel mondo.

La serata, incentrata sulla divulgazione delle tecniche e delle opere prodotte dall’artista che tanto interesse hanno suscitato nella platea, ha avuto anche il nobile scopo di promuovere una raccolta fondi da destinare per metà ad un progetto volto al finanziamento di attività di istruzione in una scuola in Sierra Leone e per l’altra metà alla Rotary Foundation.

Detta raccolta fondi è stata quindi possibile grazie anche alla generosità dell’artista, ospite del Club di Milazzo, che ha donato due pregevoli opere che sono state sorteggiate incontrando, visti i risultati, un ampio gradimento da parte dei numerosi partecipanti.

Invero, come orgogliosamente affermato dal Presidente Ficili nel suo intervento di saluto e di apertura della serata, questo rappresenta il primo di una serie di eventi che il Club mamertino porterà avanti per l’alfabetizzazione in Sierra Leone. Frattanto, parte del ricavato della serata è stato quindi devoluto, nell’ambito del suddetto service di alfabetizzazione, a favore della scuola St. Catherine Catholic School a Lakka (Freeetown) Sierra Leone e di un ragazzo bisognoso sordomuto della stessa scuola.

Articoli consigliati