Milazzo/ Triangolare di beneficenza tra le forze dell’ordine e l’istituto Majorana

Milazzo/ Triangolare di beneficenza tra le forze dell’ordine e l’istituto Majorana

Si è svolta allo Stadio “Marco Salmeri” di Milazzo la manifestazione calcistica finalizzata alla raccolta fondi per i terremotati del centro Italia. Lo scopo benefico dell’evento e l’amore dello sport hanno unito nello stesso campo la squadra calcio dall’Itt Ettore Majorana di Milazzo, costituita per l’occasione dai docenti e alunni, le squadre in rappresentanza delle Compagnie dei Carabinieri di Milazzo e Barcellona e della Guardia Costiera di Milazzo, Lipari e Sant’Agata di Militello. L’iniziativa, promossa dal tecnologico milazzese diretto dal Stello Vadalà, ha messo in campo un triangolare i cui protagonisti si sono sfidati con grinta, entusiasmo e FairPlay. E segnate dall’entusiasmo sono state anche le parole del maresciallo Antonacci della Guardia Costiera. «Faccio i complimenti all’organizzazione per l’iniziativa, lodevole perché ispirata a principi di solidarietà. E faccio sin da adesso gli auguri ai vincitori».

L’organizzazione dell’evento ha fatto riferimento al professore Maimone, e tutti i docenti di Scienze Motorie dell’istituto mamertino, ha coinvolto anche la squadra di calcio femminile del Majorana, che si è esibita tra un match e l’altro. Ad aggiudicarsi il primo incontro, la squadra dell’Ettore Majorana, che con le sue quattro reti (Falcone, Dell’Oro, Dell’Oro, Trovato) contrasta il goal del tenente Adinolfi. Il secondo incontro ha visto in campo le squadre della Guardia Costiera e dei Carabinieri. L’incontro si è concluso con due reti della Capitaneria (Papale ed Assormante) e una per i Carabinieri (Torre).

Si è aperto dunque il match finale tra l’Itt Majorana e la Guardia Costiera. La prima rete è a favore del tecnologico (Dell’Oro). Segue il goal del professore Maimone, a cui segue la rete di Bellamacina. Il torneo si è concluso con la vittoria della squadra del Majorana, in un clima di generale soddisfazione per essere stati testimoni di una comunità che si muove nella stessa direzione.

«Ancora una volta – dice il dirigente Stello Vadalà – lo sport è occasione di crescita umana. È veicolo di sani principi, sensibilizza alla solidarietà e avvicina i ragazzi alle istituzioni, in un clima di gioiosa competizione, ispirata al divertimento e al rispetto delle regole». Al momento della premiazione il Comandante della compagnia carabinieri di Milazzo, tenente Valentino Adinolfi, il Capo del compartimento marittimo di Milazzo, capitano di fregata Fabio Rottino si sono stretti la mano nel segno della solidarietà comune, concordi in un’iniziativa di ampia valenza educativa.

Giampaolo Petrungaro

Articoli consigliati