Piazza Affari chiude in positivo

Piazza Affari chiude in positivo

In attesa dei nuovi provvedimenti restrittivi che, con tutta probabilità, saranno annunciati nel corso del fine settimana, Milano, in linea con altre Piazze europee, ha terminato la seduta con il segno più. A spingere i listini è il mix di misure di stimolo varate dalle banche centrali e le indicazioni confortanti in arrivo dalla Cina.

Secondo le stime diffuse oggi dal Fondo monetario internazionale, il Pil italiano nel corso del 2020 metterà a segno una contrazione dello 0,6%, il rapporto deficit/Pil salirà al 2,6 e il debito pubblico farà registrare un incremento al 137% del Pil.

Sul listino milanese, dove il Ftse Mib ha terminato in rialzo dell’1,71% a 15.731,85 punti, spiccano i rialzi a due cifre messi a segno da Atlantia (+19,12%), Bper Banca (+11,67%) e Ferragamo (+11,72%). Giornata particolarmente volatile per le azioni Diasorin (-2,45%), dopo che la società ottenuto dalle autorità sanitarie statunitensi il via libera alla commercializzazione del test per il Covid 19. Seduta decisamente altalenante anche per Enel (+1,01%), che ieri ha diffuso i risultati 2019 e confermato i target sull’esercizio corrente. Con il Brent poco mosso a 30,19 dollari il barile, Eni ha segnato un +4,71% e Tenaris ha registrato un +4,03%: oggi Morgan Stanley ha ridotto il prezzo obiettivo sulla prima mentre Barclays ha tagliato il giudizio sulla seconda.

Articoli consigliati