COLORAWAR: un arcobaleno per vincere il CoronaVirus.

COLORAWAR: un arcobaleno per vincere il CoronaVirus.

 

Un programmatore di Milazzo ha ideato un videogame per il proprio figlio durante la quarantena. Lo definisce un un gioco semplice, di soli 11 livelli, per impegnare i bambini al massimo dieci minuti. E’ Luigi Cama, autore del gioco e padre di cinque figli. “Come tutti i bambini in questo periodo poco felice, si alterna tra lezioni online con maestre straordinarie, lavoretti creativi, la televisione e YouTube. Stavo realizzando le grafiche per un gioco al quale sto lavorando da mesi.”, racconta Cama.

Il figlio è rimasto attratto dai colori dei personaggi che stava ideando e ha chiesto al padre se fosse un gioco per bambini.

“Non amo vedere i bambini attaccati al cellulare, ma ogni generazione vive il suo momento e così ho deciso di far felice mio figlio con qualcosa di semplice. L’idea è emersa da sola. Ho messo da parte ogni cosa e l’ho coinvolto nella progettazione.”

 

Hanno quindi creato un’immagine comica all’antipatico virus con due occhioni grandi e al momento di decidere come neutralizzarlo, hanno preferito un potente arcobaleno spara arcobaleni, invece della solita astronave.

“Perchè il messaggio non è distruggere o uccidere, ma vincere questo periodo incerto con la positività dei colori, mettendo il virus in quarantena.”

 

Da qui il nome del gioco che inizialmente avrebbe dovuto essere CORONA-WAR, ma che poi ha ribattezzato in COLORA-WAR, per prendere un po’ in giro questo virus che ci ha costretti in quarantena. Il figlio Alessandro lo ha testato per una decina di minuti e si è divertito. Non si muore mai, ma se si viene toccati dal virus, si liberano quelli già catturati e si perdono punti.

Un gioco in stile anni 80 che ha già appassionato grandi e bambini. Molto semplice, soprattutto per coloro che non devono esasperarsi con la violenza. E’ una breve sfida che alla fine dona sollievo e che ricorda a tutti che “andrà tutto bene”.
Luigi Cama, titolare della Fabbrica delle App (FabbricApp.it), ha già fornito il suo contributo nei mesi precedenti realizzando gratuitamente App per le associazioni impegnate a supportare famiglie disagiate.
“In casi come questo, chi può fare, deve fare.” scrive sul suo profilo Facebook.
Potete scaricare il gioco da qui: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.colorawar.android

Articoli consigliati