Gigi Ghirotti, 100 anni dalla nascita. Comunicare la malattia ai tempi del Coronavirus.

Gigi Ghirotti, 100 anni dalla nascita. Comunicare la malattia ai tempi del Coronavirus.

Nell’ambito del Festival Nazionale Luigi Pirandello e del ‘900, lunedì 20 luglio alle ore 20,30 presso il Polo del ‘900 Via Del Carmine 14 a Torino, si svolgerà l’evento culturale “Gigi Ghirotti, 100 anni dalla nascita” – Comunicare la malattia ai tempi del Coronavirus –  Interverranno, Massimo Giannini (Direttore de La Stampa di Torino) – Gianmarco Sala (Direttore della Fondazione Piemontese della Ricerca sul Cancro) – Alberto Sinigaglia (Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte) – e poi ancora – Oscar Bertetto – Vito Ferri – Franco Henriquet – Vincenzo Morgante – Giorgio Palestro – Carlo Picco – Luca Ubaldeschi. Presenze di alto prestigio che rafforzano l’importanza di un incontro culturale che si avvale delle letture di Giulio Graglia e Vincenzo Santagata con la conduzione di Sabrina Gonzatto. Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti, Luisa Merlino dell’Associazione Gigi Ghirotti Torino, Associazione Ghirotti Genova, Natalia Ferrazza I.I.S. Paolo Boselli Torino. Gigi Ghirotti, giornalista e scrittore vicentino è divenuto volto televisivo nel 1972, quando per Rai Due è stato protagonista di un programma nel quale parlò della sua malattia: il morbo di Hodgkin, In quell’occasione Ghirotti raccontò con ironia e coraggio il rapporto con il cancro, proprio quando questo termine era ancora considerato un tabù. Purtroppo la malattia gli fu fatale, ma dopo la sua morte Ghirotti lasciò in eredità ai posteri, libri e articoli di notevole riflessione che entrarono a far parte di quella letteratura di grande interesse giornalistico – culturale. Ghirotti è stato anche un’eccellente giornalista de La Stampa di Torino, proprio come quelli che oggi, nel periodo del Coronavirus, si occupano di fare informazione medico – scientifica con l’attenzione massima di correttezza e attendibilità. Organizzato da Linguadoc con la collaborazione dell’ODG Piemonte, l’Associazione Ghirotti, l’Istituto di Candiolo IRCCS, la Nazionale Italiana Cantanti, questo imperdibile evento culturale è da intendersi gratuito ma con prenotazione obbligatoria su Eventbrite. Per le disposizioni anti Covid – 19 è obbligatorio l’uso della mascherina personale. In caso di dimenticanza saranno messe a disposizione dell’organizzazione, salvo esaurimento delle scorte. Dunque, una serata prestigiosa come tante altre proposte dal ricco programma culturale del Festival Nazionale Pirandello e del 900. Progetti e tantissime idee proposte da Linguadoc Communication, la creatura culturale di Giulio Graglia che meraviglia sempre per la qualità dei temi proposti.

Salvino Cavallaro

Articoli consigliati