Attentato Istanbul: italiani ok ma provati

Attentato Istanbul: italiani ok ma provati

Stanno bene fisicamente, anche se sono provati psicologicamente, i cinque italiani (tre di Modena, uno di Palermo e una bresciana), in Turchia per lavoro, che si trovavano la notte di Capodanno nella discoteca ‘Reina’ di Istanbul e che si sono salvati dalla strage buttandosi a terra e schivando i colpi che il killer sparava a bruciapelo. Nella calca la giovane lombarda ha riportato qualche escoriazione e una ferita lieve sopra un occhio.
Il gruppo di italiani – riferisce la tv modenese Trc, che ieri ha dato notizia della presenza degli italiani nel locale – sta pensando al rientro in Italia, nel massimo riserbo, così come i cinque scampati hanno chiesto l’anonimato per ragioni professionali.

Articoli consigliati