Gioiosa Marea (ME): i Carabinieri denunciano otto persone per occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo.

Gioiosa Marea (ME): i Carabinieri denunciano otto persone per occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo.
Al termine di accertamenti svolti d’iniziativa sul tratto di litorale compreso tra i comuni di Patti e Gioiosa Marea, i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Marea hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Patti otto persone per il reato di occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo. In particolare, i militari hanno proceduto al sequestro preventivo di undici manufatti realizzati, senza... Continua

Capo d’Orlando – Chiedeva l’elemosina simulando una finta gobba. Denunciata dalla Polizia di Stato

Capo d’Orlando – Chiedeva l’elemosina simulando una finta gobba. Denunciata dalla Polizia di Stato
I poliziotti del Commissariato di P.S. di Capo d’Orlando hanno denunciato in stato di libertà una donna di nazionalità rumena di 54 anni senza fissa dimora, per esercizio molesto dell’accattonaggio e porto di armi od oggetti atti ad offendere. La donna è stata sorpresa, per le vie del centro palatino, mentre con modalità vessatorie e ostentando deformità fisiche faceva insistenti... Continua

Sparatoria tra famiglie a Palermo per incidente

Sparatoria tra famiglie a Palermo per incidente
Una faida familiare innescata da un banale incidente stradale, culminata in una sparatoria per strada a Palermo, ha portato all’arresto di tre persone. Antonino Gargano, 42 anni, Davide Gargano, 38 anni, e Gianluca Giordano, di 28, sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa, di rissa, lesioni personali, deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso, tentato omicidio, detenzione e... Continua

Mafia: colpo a clan Farinella, 11 fermati

Mafia: colpo a clan Farinella, 11 fermati
Il capomafia ha continuato a comandare anche dal carcere e una volta tornato libero all’inizio di quest’anno ha ripreso le redini del mandamento. Proprio come sette giorni fa con l’operazione che ha portato in carcere i vertici del clan di San Lorenzo a Palermo, i carabinieri del comando provinciale di Palermo stanno eseguendo un provvedimento di fermo per 11 persone... Continua

CARABINIERI NAS – Sequestrati alimenti non conformi. Attività sospesa per un’industria alimentare nel messinese

CARABINIERI NAS – Sequestrati alimenti non conformi. Attività sospesa per un’industria alimentare nel messinese
Con l’approssimarsi della stagione estiva riprendono da parte carabinieri dei Nas i controlli della filiera alimentare dei prodotti agroalimentari destinati alla preparazione di bibite, succhi di frutta ed altri derivati di largo consumo. Nel corso di servizi svolti sul versante tirrenico messinese, i militari del Nas di Catania, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Sant’ Agata Militello, hanno individuato... Continua

Dalla Sicilia il Festival Live Music “Primo Maggio 2020 #indirettadacasamia”

Dalla Sicilia il Festival Live Music “Primo Maggio 2020 #indirettadacasamia”
“Chi fermerà la musica” è  il titolo di una famosa canzone che, oggi più che mai, ci dà l’idea di quanto immenso sia il potere della musica, ossia la sua capacita di unire, di aggregare ed avvicinare persone lontane, impossibilitate a stare vicine, che riescono a sentirsi molto vicine, accanto le une alle altre, nonostante l’imperversare dell’epidemia da Coronavirus, che, a... Continua

Coronavirus: aveva pony in auto, multato nel Nisseno

Coronavirus: aveva pony in auto, multato nel Nisseno
Trasportava un piccolo pony nella parte posteriore dell’automobile, una Fiat Doblò. I poliziotti lo hanno multato per violazione delle disposizioni concernenti il benessere degli animali. Il mezzo utilizzato infatti, non rispettava i requisiti di legge. Gli agenti impegnati, nei controlli finalizzati al contenimento della diffusione del covid-19, durante il controllo dei documenti hanno udito dei rumori provenire dalla parte posteriore... Continua

Voleva lasciarlo e lui l’ha uccisa. Convivevano forzatamente per le restrizioni Covid

Voleva lasciarlo e lui l’ha uccisa. Convivevano forzatamente per le restrizioni Covid
Lei voleva lasciarlo dopo circa 9 anni di relazione e il compagno, una guardia venatoria di 47 anni, ha deciso di ucciderla. E’ questo il movente alla base dell’omicidio, avvenuto questa notte con un colpo di fucile intorno alle 2, di una 47enne residente a Truccazzano, nel milanese. L’uomo nella notte si è presentato alla Caserma dei Carabinieri di Cassano... Continua