Nicholas Artuso campione Italiano “Promesse”

Nicholas Artuso campione Italiano “Promesse”

Tris tricolore per lo sprinter di Pace del Mela Nicholas Artuso, che, dopo aver vinto, negli ultimi due anni, i titoli italiani Juniores indoor nei 60 metri, si è confermato sabato 3 febbraio, sulla pista del palasport di Ancona, il più veloce di tutti i coetanei anche nella categoria Promesse. Un luccicante oro ottenuto dal 19enne talento dell’Atletica Villafranca con il personale di 6”65, ad appena 2 centesimi dallo standard di iscrizione per i Mondiali di Birmingham (6”63) e non più, così, lontano dal primato azzurro Under 23 di sempre (6”60), fatto segnare nel 1998 a Valencia dal catanese Francesco Scuderi.

Artuso è andato oltre i pronostici, che lo davano favorito, stabilendo subito, nella batteria della mattinata, il miglior crono con 6”71. La finale ha regalato poi impreviste emozioni, poiché il primo start ha prodotto una falsa partenza e la successiva squalifica di uno degli otto protagonisti, l’emiliano Freider Fornasari (La Fratellanza 1874). Pure il secondo tentativo è stato “strozzato” da un movimento anticipato del campione in carica Hillary Wanderson Polanco Rijo della Riccardi Milano 1946, ammonito dai giudici, ma quando lo scatto dai blocchi è stato quello giusto, Artuso ha sbaragliato la concorrenza fin dallo sparo. Una superiorità netta e confermata dai tempi, che lo hanno visto l’unico a scendere sotto il “muro” dei 6’70”. Piazza d’onore per Polanco Rijo (6”73) e bronzo per Alexsandru Zlatan (La Fratellanza 1874) con 6”74.

Antonio Petrungaro

Articoli consigliati